Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 01 febbraio 2023  | aggiornato alle 20:18 | 91525 articoli in archivio

La Brinca, i vini e i gustosi segreti della tradizione chiavarese a Ne

La Brinca, a Ne (Ge), è un osteria con bottega e cantina. Il menu propone piatti di terra della tradizione contadina del Levante, i prodotti locali e stagionali: prebugiun di Ne, panella, panissa, baciocca e molti altri

di Claudio Riolo
 
14 novembre 2015 | 11:19

La Brinca, i vini e i gustosi segreti della tradizione chiavarese a Ne

La Brinca, a Ne (Ge), è un osteria con bottega e cantina. Il menu propone piatti di terra della tradizione contadina del Levante, i prodotti locali e stagionali: prebugiun di Ne, panella, panissa, baciocca e molti altri

di Claudio Riolo
14 novembre 2015 | 11:19
 

Sulle colline dell’entroterra di Chiavari, a Ne (Ge) in Valgraveglia, c’è l’anima ruspante della Liguria con cucina di casa, piatti popolari ma preparati come alla mensa da signori, con l’ingegno che trae piacere dalla semplicità. La Brinca era una casa colonica e prese il nome dalla proprietaria a metà ‘800. I bisnonni, Antonio ed Emilia, avevano già a che fare con le osterie. Fino agli anni Cinquanta si assaggiava un bicchiere di vino nostralino e le torte casalinghe, si lavorava in campagna, nel frantoio e nel mulino.

Sergio Circella

Nel 1987 subentrò Sergio Circella (nella foto), classe 1965, sommelier e assaggiatore per la commissione vini della Camera di Commercio di Genova, conoscitore e promotore della cultura dell’entroterra. Da anni si impegna a preservare la cultura contadina, a valorizzare i cibi di qualità dei piccoli produttori locali; ha trasformato La Brinca in trattoria e caneva con fùndego da vin, cioè osteria con bottega e cantina. L’ambiente è curato, lindo con le finestre che guardano la campagna; il menu propone i piatti di terra della tradizione contadina del Levante, i prodotti locali e stagionali.

Prebugiun di Ne, panella, panissa, baciocca, frisciulle, testaieu, picagge, tuccu, tomaxelle, sancrau, panera, solo alcuni piatti che ricordano gusti antichi, rivisitati con gentilezza. Sergio è affiancato dalla moglie Pierangela Ghidini, ai dolci, e dal fratello Roberto, 1959, cuoco e comproprietario; ha fatto le prime esperienze in cucina con la mamma Giovanna Montedonico detta Franca, scoprendo i segreti degli impasti e le dosi delle ricette tradizionali. Le sue cotture predilette sono con forno a convenzione vapore o nel forno a legna tradizionale per la cottura delle carni, ma la sua passione è la pasta con farine rustiche e povere, tirata e tagliata a mano.

Roberto ha appreso le moderne tecniche di cottura, ma è fedele ai piatti dei contadini, con erbe aromatiche, carni ripiene, ortaggi e frutta. Tra i condimenti predilige il pesto tradizionale al mortaio, l’olio extra vergine di oliva, i sughi alla genovese e di noci. La carta dei vini di Sergio comprende ben oltre 1000 etichette d'annata, 55 pagine di vini sempre aggiornati, con ampio risalto ai vini di Liguria. Oltre 300 grappe, distillati d'uva e di frutta, Cognac, Armagnac, Brandy, Calvados, Rum, Marc e Whisky. La Brinca è associata al lodevole gruppo delle Premiate Trattorie Italiane, otto imperdibili locali dell’Italia migliore.


La Brinca

Via Campo di Ne 58- 16040 Ne (Ge)
Tel 0185 337 480
www.labrinca.it
labrinca@labrinca.it

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       



Mulino Caputo