Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
venerdì 23 luglio 2021 | aggiornato alle 20:50 | 76761 articoli in archivio

Profumi d’oriente a Roma da Galbi Il primo ristorante barbecue coreano

Il nuovo ristorante coreano di Roma propone piatti della tradizione millenaria: dal Kimchi, foglie di cavolo cinese, al Japchae, spaghetti di patate dolci con carne e verdure. Gusti sorprendenti e preparazioni alla brace

di Mariella Morosi
19 dicembre 2015 | 11:11

Profumi d’oriente a Roma da Galbi Il primo ristorante barbecue coreano

Il nuovo ristorante coreano di Roma propone piatti della tradizione millenaria: dal Kimchi, foglie di cavolo cinese, al Japchae, spaghetti di patate dolci con carne e verdure. Gusti sorprendenti e preparazioni alla brace

di Mariella Morosi
19 dicembre 2015 | 11:11

Se l'etnico ha conquistato da tempo la capitale, Galbi è una novità assoluta perché propone la cucina millenaria coreana, ma quella vera, tradizionale, lontana da fantasie fusion. Un giovane italo-coreano, Deuk Uoo Ferretti Min, e il suo socio Stefano Chung hanno voluto proporne i piatti tipici, raccontandone la storia e mostrandone la preparazione in una cucina a vista, dominata dalla griglia.



I coreani sono maestri nelle preparazioni alla brace, alimentata solo con legno di quercia, ma il posto d'onore in tavola è tenuto saldamente dal Kimchi: foglie di cavolo cinese più o meno piccanti fermentate nei barili a cui sono attribuite grandi proprietà salutari. La sua preparazione viene spesso eseguita davanti ai clienti con un pittoresco, rigoroso rituale.

Il ristorante è aperto sia a pranzo che a cena, con formule differenti. In pausa pranzo, anche da portar via, sono da consigliare i Galbi Do Sirak, lunch box di pesce, verdure e carne sia bianche che rosse, completi di riso al vapore, assortimento misto di contorni coreani (ban chan), misticanza con frutta secca e semi di girasole nonché frutta e dessert. A cena il menu cambia proponendo una selezione di piatti tipici. Da provare, sempre con l'immancabile Kimchi, il Japchae, (spaghetti di patate dolci con carne e verdure), il Pajeon (frittelle ai frutti di mare) e il Riso al vapore dal gusto sorprendente.



Sulla carne, dal taglio alla cottura, c'è da stupirsi piacevolmente. Ottima la pancia di maiale, in varie versioni, mentre la specialità è una particolare parte del costato suino o bovino che, dopo la sgrassatura, viene lasciata marinare per molte ore con kiwi, pera, funghi e salsa di soia. Per chi desidera gustare la carne senza marinature, Galbi propone un caratteristico Korean Barbeque di controfiletto di manzo servito direttamente al tavolo con un piccolo braciere.

Tra i dessert una citazione particolare va al Semifreddo di sesamo nero con croccante di arachidi e caramello salato. Per gli abbinamenti, oltre alle birre coreane e al distillato Soju ottenuto da riso, orzo o frumento e al Makkoli, (vino di riso fermentato), è disponibile una selezione di etichette di Birra del Borgo, noto birrificio artigianale del Reatino che nelle sue creazioni utilizza ingredienti insoliti. Galbi è aperto dal lunedì al venerdì dalle 12.30 alle 14.30 e dalle 19.00 alle 22.00, il sabato dalle 19.00 alle 22.00 (domenica chiuso).


Galbi Roma
Via Cremera, 21 (zona Piazza Fiume) - 00198 Roma
Tel 06 8842132
www.galbiroma.it
info@galbiroma.it

© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali