Allegrini
Molino Quaglia
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
lunedì 06 luglio 2020 | aggiornato alle 11:13| 66556 articoli in archivio
di Giovanni Berera
Giovanni Berera
Giovanni Berera
di Giovanni Berera

Ristorante rifugio Da Aurelio
Un locale sotto il segno delle Dolomiti

Ristorante rifugio Da Aurelio 
Un locale sotto il segno delle Dolomiti
Ristorante rifugio Da Aurelio Un locale sotto il segno delle Dolomiti
Pubblicato il 23 luglio 2018 | 10:41

Al ristorante Da Aurelio il cuoco Luigi Dariz porta sul piatto le Dolomiti. Niente pietre sotto i denti, solo un’intuizione: coinvolgere i clienti in un itinerario alla scoperta dei tesori alimentari delle Dolomiti.

I poeti accosterebbero la cucina di Luigi alla sinestesia, l’artificio retorico che mescola sensi e sensazioni, usato spesso per descrivere emozioni difficili da raccontare altrimenti. Perché al cuoco piace creare accordi sensoriali affascinanti, abbinando sapori a panorami (visivi e sonori), profumi a consistenze. E lo fa senza retorica e con una schietta poesia.

(Ristorante rifugio Da Aurelio Un locale sotto il segno delle Dolomiti)

Al Passo Giau sulla terrazza del ristorante Da Aurelio tutto accade naturalmente. Piatti, scenari, silenzi fluiscono armoniosamente. Luigi Dariz ha capito subito che ciò che serviva a rendere unico il suo ristorante era davanti ai suoi occhi. Tutto ciò che gli serviva era intorno a lui.

Molto del merito va a suo padre Aurelio, che nel 1970 costruì il rifugio Piezza (2236 metri slm) a solo 800 metri dal Passo Giau, in una posizione strategica (crocevia tra l’Ampezzano e l’Agordino), da cui si gode un panorama strabiliante, che comprende alcune delle montagne-simbolo delle Dolomiti: l’Averau, la Marmolada, il Settsass e il Gruppo del Sella. Quando Aurelio Dariz costruì il suo rifugio, per arrivare in questo angolo di paradiso esisteva solo una mulattiera. Con il tempo arrivarono la strada statale (più volte teatro di eroiche scalate del Giro d’Italia) e il museo all’aperto della Grande Guerra.

E parallelamente allo sviluppo turistico dell’area, al Piezza la tradizionale attività rifugistica si arricchì di una proposta gastronomica ricercata e originale. Nacque così il ristorante Da Aurelio, dal 1996 saldamente guidato da Luigi Dariz, che nell’arco di un ventennio ha messo a punto una cucina personalissima e sorprendente, a tratti alchemica, orientata alla riscoperta e alla valorizzazione culinaria di fiori, piante e erbe del territorio alpino. Tra gli ingredienti dei suoi piatti non mancano gemme di abete, licheni del Giau, sedano selvatico, aglio orsino e fiori dai nomi stravaganti.

Luigi Dariz (Ristorante rifugio Da Aurelio Un locale sotto il segno delle Dolomiti)
Luigi Dariz

Tutto abbondantemente prima che queste materie approdassero sulle tavole dei ristoranti stellati e che i trendsetter della gastronomia li decretassero imprescindibili per la cucina gourmet di montagna. Per Dariz non si è mai trattato di una moda o di una velleità per sorprendere il curioso ed esigente pubblico della poco distante Cortina.

È sempre stata una questione di fedeltà alle sue montagne, ai saperi non scritti della sua gente e al patrimonio culinario di queste terre, così avare di materie prelibate tanto da imporre la conoscenza di tutto ciò che era possibile consumare a tavola. Ed è sempre stata una questione molto seria per Luigi. Non ha mai scelto la via facile del pittoresco e del folclore. Ha condotto la sua ricerca su fiori e erbe spontanee con rigore scientifico, confrontandosi con esperti botanici e compiendo analisi di laboratorio per conoscere con precisione i principi attivi delle piante che utilizza.

Da anni frequenta l’Istituto Agrario di Laives, maturando la convinzione che conoscere le erbe non significhi solo sapere come impiegarle al meglio nelle sue ricette. Si tratta anzitutto di conoscerne i principi attivi, i migliori periodi per raccoglierle e le tecniche più adatte a lavorarle, per evitare che perdano i loro benefici. Dalla collaborazione con l’erborista Abraham Heinrich, docente dell’Istituto di Laives, è nato anche un progetto di divulgazione per conoscere, scegliere e utilizzare le erbe di montagna in cucina.

Lezioni itineranti a cielo aperto sui prati e nei boschi intorno al Passo Giau condotte dal professor Heinrich e che si concludono nelle cucine di Dariz, che a tratti assomigliano ad un laboratorio officinale. Dariz va particolarmente fiero del suo distillatore, che gli permette l’estrazione degli oli essenziali (soprattutto pino mugo e ginepro), che poi impiega nei suoi piatti.

(Ristorante rifugio Da Aurelio Un locale sotto il segno delle Dolomiti)
Terra e cremino al cioccolato con sorbetto al lampone

Seduti al tavolo sulla terrazza del ristorante con vista sulla Marmolada si gusta il bello e il buono della montagna con piatti come la Spuma di patate all'aglio victorialis, finferli, fieno e sedano selvatico e il Maccheroncino con pesto di montagna, con crescione, erba cipollina, sedano selvatico e aglio ursino. Praticamente il meglio che un prato di montagna può offrire.

Una tappa al passo Giau, alla tavola di Luigi Dariz è un affondo nell’essenza della montagna. E l’ideale sarebbe anche fermarsi a dormire in una delle due mini-suite riservate agli ospiti del ristorante, per concedersi l’incanto delle luci dell’alba che accarezzano le Dolomiti in un silenzio interrotto solo dai fischi delle marmotte. E per scoprire una cosa semplice (al di là del gioco di parole): c’è una bella differenza tra gustare le Dolomiti e degustarne i (buoni) prodotti. C’è di mezzo la poesia, anzi la sinestesia.

Per informazioni: www.da-aurelio.it

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


ristorante pizzeria restaurant iat italiaatavola Passo di Giau Ristorante Da Aurelio Belluno Dolomiti montagna alimenti Luigi Dariz Aurelio Dariz

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®