Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
venerdì 03 dicembre 2021 | aggiornato alle 08:40 | 79956 articoli in archivio

Le 4 stagioni della Lanterna di Fano

di Carla Latini
03 agosto 2019 | 11:50

Le 4 stagioni della Lanterna di Fano

di Carla Latini
03 agosto 2019 | 11:50

Flavio Cerioni e Elide Pastrani aprono l’1 gennaio 1976 un’accogliente locanda con ristorante. Elide giovane e inesperta si mette in cucina e studia il pescato del giorno che Flavio le porta ogni mattina.

Flavio Cerioni e Elide Pastrani aprono l’1 gennaio 1976 un’accogliente locanda con ristorante. Elide giovane e inesperta si mette in cucina e studia il pescato del giorno che Flavio le porta ogni mattina.

Col passare del tempo prende confidenza, cresce, si arricchisce di esperienze tanto che oggi è una delle migliori cuoche d’Italia. Sa creare e comporre osando con audacia sicura. I piatti nascono dal confronto con Flavio, uno degli uomini a cui la regione Marche deve dire grazie per dedizione, fedeltà e impegno. Da quel giorno ad oggi molte cose sono cambiate. Una solo è rimasta tale: la stagionalità dal mare alla terra.

Flavio Cerioni ed Elide Pastrani (Le 4 stagioni della Lanterna di Fano)
Flavio Cerioni ed Elide Pastrani

La tartare di muggine con le fragole e le mazzancolle alla catalana le trovate a primavera così come i crostacei. Le lumachine di mare, i bombetti, 15 giorni ad aprile. Le cozze l’estate, le triglie a settembre, la mitica Cresc’taiat di polenta con le fave fresche rimane a menu il tempo delle fave. Poi ci sono le stagioni della vita.

Spaghetti del Palombaro (Le 4 stagioni della Lanterna di Fano)
Spaghetti del Palombaro

A Flavio, in sala, si affianca il figlio Enrico. Dopo esperienze fuori casa è tornato in famiglia portando freschezza e nuova linfa. Dietro le quinte della Locanda, rinnovata nelle camere che sono molto belle e offrono tutti i comfort, e la gestione logistica di tutta la struttura, vigila attenta Silvia, sorella di Enrico. L’involtino di sogliole ripieno di patate su crema di carote e zenzero compare nei diversi menu. C’è quello consigliato dalla famiglia, quello con i piedi nell’erba, quello solo di cozze, in stagione. Quello per i più piccini. Quello del pescato del giorno, insomma avete l’imbarazzo della scelta fra piatti tradizionali perfetti come il Brodetto alla Fanese (solo su prenotazione), la frittura dell’Adriatico, la grigliata mista, o invenzioni condivise e ragionate che portano nomi divertenti tipo Stecco ricordo di una giornata al mare o  Bicchierino cassata alla frutta fresca.

Tartare di muggine con mazzancolle (Le 4 stagioni della Lanterna di Fano)
Tartare di muggine con mazzancolle

Due novità che ho provato e vi garantisco che i livelli sono altissimi. Elide non si smentisce mai, dovete assolutamente provare gli Spaghetti del Palombaro. Con il vero ragù di moscioli che la nostra cuoca sminuzza un po’ dentro il sugo. Ci sono piatti che rimangono a vita come il Trancio di spigola dell’Adriatico con fonduta di Casciotta di Urbino e tartufo nero estivo. Flavio è sempre stato attento alla Carta dei Vini. Rispettoso del territorio ma con lo sguardo lontano. Famose le sue serate a tema Champagne che riempiono la sala grande l’Inverno. Oggi Enrico va oltre. Il suo credo è che il cliente deve bere bene al prezzo che vuole. Una posizione democratica che gli ha permesso di costruire una Carta dei Vini internazionale di grande pregio e per tutte le tasche.

Le camere (Le 4 stagioni della Lanterna di Fano)
Le camere

L’intera famiglia ci tiene e precisare che anche i dolci a menu sono stagionali. Cambiano come cambia la frutta. Sempre presente alla prima colazione che, quando il tempo lo permette, si svolge fuori in veranda, fra le piante aromatiche di Enrico.

Per informazioni: www.allalanterna.com

© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali