Ros Forniture Alberghiere
Feudo Arancio
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 22 ottobre 2019 | aggiornato alle 00:28| 61573 articoli in archivio
Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
HOME     MEDIA     STAMPA, WEB, TV e APP

Un cliente lo stronca sul web
La risposta del ristoratore è virale

Un cliente lo stronca sul web 
La risposta del ristoratore è virale
Un cliente lo stronca sul web La risposta del ristoratore è virale
Primo Piano del 30 aprile 2019 | 09:38

Non sempre il cliente “ha ragione”. Almeno non quando chiede di snaturare la cucina italiana all’estero. Ma il rifiuto di mettere del formaggio su un piatto di pesce è costato caro a un ristoratore sardo a Londra. Il fatto risale a qualche mese fa, ma è in queste ore che la notizia sta facendo, è il caso di dirlo, il giro d’Europa sul web.

Il ristoratore in questione è Massimiliano Donato, italianissimo, proprietario dal 2013 del Maximo Italian Bistrot di Londra, un locale che propone solo cucina tradizionale italiana. Un giorno un cliente inglese gli chiede di aggiungere del formaggio grattugiato su un piatto di pasta ai frutti di mare. Il ristoratore rifiuta, spiegando che il “disciplinare” della cucina tradizionale italiana non lo prevede. Il cliente, indispettito, incassa il rifiuto, paga il conto e si vendica con una pessima recensione in internet.

(Un cliente lo stronca sul web La risposta del ristoratore è virale)

Il povero ristoratore ci mette qualche tempo a prendere una decisione, poi alla fine, si mette a sua volta davanti a un monitor e risponde al cliente. La sua replica non si limita al Parmigiano sui frutti di mare; Massimiliano Donato decide di togliersi qualche sassolino dalla scarpa, dopo anni di richieste improbabili da parte dei suoi clienti stranieri, e così stila una sorta di decalogo delle cose da non chiedere mai in un ristorante italiano all’estero. E così in pochi giorni, la sua missiva al cliente maleducato è diventata virale.

«Mai chiedere l'ananas sulla pizza - scrive Donato nella risposta - mai mettere la crema sulla carbonara; mai chiedere una pasta Alfredo (chi è Alfredo?); mai chiedere il pollo all'arrabbiata; mai chiedere formaggi su un piatto di pesce". E dopo le regole, Donato ne ha anche per i colleghi italiani che invece assecondano ogni richiesta, anche la più assurda, dei loro clienti: «Ci sono un sacco di falsi ristoranti italiani gestiti da persone avide e prive di consapevolezza che permettono ogni tipo di abominio». Senza fare nomi, Donato ha tirato in causa probabilmente decine di ristoratori, solo a Londra. Per ora la querelle finisce qui, in attesa della prossima puntata.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e puntuale e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


alimenti ristorante londra maximo italian bistrot cucina italiana recensioni web massimiliano donato locale clienti formaggio pesce londra

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

14/05/2019 10:00:23
1) complimenti
sarebbe ora che i ristoratori smettessero di fare i leccapiedi pur di prendere soldi. comunque è una questione di bocca,certi abbinamenti sono indecenti. se ti piace il formaggio sul pesce fallo a casa tua, non al ristorante.
ULRICO GIUSTINA


ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160
& Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).