Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 07 dicembre 2021 | aggiornato alle 16:52 | 80088 articoli in archivio

Nuovi stili di pagamento: 8 italiani su 10 scelgono le carte

05 novembre 2020 | 08:55

Nuovi stili di pagamento: 8 italiani su 10 scelgono le carte

05 novembre 2020 | 08:55

Gli italiani usano sempre meno il contante. A ottobre, come riporta il Sole 24 Ore, otto italiani su dieci hanno, infatti, dichiarato di utilizzare frequentemente le carte di pagamento, seguite dalle quelle contactless. Quest’ultime sono ormai di uso comune per il 78% degli italiani. È quanto è emerso dalla seconda edizione della ricerca “Paying digital, living digital: evoluzione dello stile di vita degli italiani prima e dopo il Covid-19” di Mastercard, realizzata in collaborazione con AstraRicerche.

Nella classifica degli strumenti di pagamento, sorprendono anche i dati relativi alla propensione di utilizzo futuro. Le carte di pagamento superano il contante e si attestano al primo posto, indicate da 79.8% degli italiani, segnando una crescita di +4% rispetto alle analisi elaborate solo qualche mese fa (giugno 2020). Le carte contactless, al secondo posto tra le preferenze degli italiani per i pagamenti futuri, raggiungono la stessa percentuale del denaro contante (68,8% contro 68,9%) e sono particolarmente apprezzate dalla fascia più giovane 15-24 anni (76%). Le più innovative forme di pagamento mobile in questa nuova fase di normalizzazione segnano un trend in crescita: +3,2% per i pagamenti via smartphone, seguita da un +1,9% per i pagamenti via APP dedicate, soprattutto nella fascia tra i 25-34enni (59%), e un +1,8% per i pagamenti realizzati attraverso APP bancarie che riscuotono il favore di oltre 1 italiano su 5 tra i 15 e i 44 anni.

L'avvicinamento degli italiani a uno stile di vita più digitale, di cui i «pagamenti - ha sottolineato Michele Centemero, Country Manager Italia di Mastercard - costituiscono una parte importante, è continuato anche oltre i mesi più duri dell’emergenza. Secondo le nostre ricerche più recenti, più dell'80% dei nostri connazionali dichiara di utilizzare frequentemente le carte per i propri acquisti quotidiani, segno che l'incremento nella fruizione di esperienze di acquisto digitale, maturate durante il lockdown, sono perdurate». «I fattori che spingono i consumatori in tutta Italia all'utilizzo dei pagamenti digitali rispetto al contante - ha continuato Centemero - risiedono nella maggiore sicurezza percepita, anche in termini sanitari, e una miglior rapidità e facilità di utilizzo. I pagamenti mobile e via app sono probabilmente quelli sui quali gli italiani hanno continuato a rivolgere più curiosità e attenzione negli ultimi mesi, avendoli sperimentati per la prima volta proprio quest'anno».

Nella direzione di un maggiore ricorso ai pagamenti tramite carte di credito, anche in funzione anti evasione fiscale, va il governo, che spinge per la messa a punto del programma di premi e cashback per convincere gli italiani a limitare il contante in favore dei pagamenti digitali. I pagamenti tracciabili guidano le strategie anti-evasione che l'esecutivo sta studiando: gli incassi sono in drastico calo causa Covid (-6,8 miliardi rispetto al 2019), visto che l'epidemia ha sospeso anche la macchina degli accertamenti e della riscossione. L’obiettivo dichiarato del “'Piano cashless” è essere pronti a partire dal primo dicembre.

© Riproduzione riservata

LE ALTRE NOTIZIE IN TEMPO REALE
Loading...