Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
venerdì 17 settembre 2021 | aggiornato alle 05:44 | 77889 articoli in archivio

Francesco Calaiò a El Cubanito Wine e drink, meglio se nel dehors

Cresciuto spiando gli altri barman del palermitano, Francesco si costruisce un buon bagaglio formativo per poi aprire un suo locale. Fa parte di Abi Professonal perché l'associazione lo aiuta a crescere e migliorarsi.

15 dicembre 2019 | 10:07

Francesco Calaiò a El Cubanito Wine e drink, meglio se nel dehors

Cresciuto spiando gli altri barman del palermitano, Francesco si costruisce un buon bagaglio formativo per poi aprire un suo locale. Fa parte di Abi Professonal perché l'associazione lo aiuta a crescere e migliorarsi.

15 dicembre 2019 | 10:07

Francesco Calaiò ha costruito la propria professione gradino per gradino, creandosi una solida "armatura" che gli permette di affrontare il lavoro con serenità. Oggi Francesco, forte della sua maestria, sta sorridente dietro al banco de El Cubanito, il locale che da poco ha aperto. Si trova nella centralissima piazza Duomo a Terrasini (Pa), El Cubanito: appena aperto è divenuto da subito uno dei locali più trendy della città, offrendo gustosi aperitivi e ottime etichette di vinio, non solo locali.

Francesco Calaiò (Francesco Calaiò a El Cubanito Wine e drink, meglio se nel dehor)

Francesco Calaiò

Ma come inizia il percorso del barman Calaiò? Sin da adolescente, Francesco, che frequentava l’Itis Majorana di Palermo, girava a “spiare” i barman che lavoravano nei locali più prestigiosi di Palermo. Questa sua abitudine lo portò sempre più vicino a quel lavoro, ma soprattutto alla figura del barman professionista, capace di destreggiarsi elegantemente tra banchi variopinti di bottiglie pregiate e clienti esigenti da soddisfare.

Francesco iniziò così a farsi le ossa nei locali di tendenza della costa siciliana. Quella costa, scaldata dal sole e con tramonti da cartolina che fanno sognare, pullula di "bella gente" che chiede di essere coccolata e dissetata. Francesco capì così quale fosse la sua missione. Passò dal Martini Cafè di Palermo, in pieno centro; allora cominciò a comprendere la necessità di darsi da fare per colmare le lacune che inevitabilmente l’essere autodidatta ti lascia. Cominciò frequentando corsi e seminari sul bartending di giorno, per applicare quanto appreso la sera, sul posto di lavoro. Diventava bravo, tanto da guadagnarsi la qualifica di capo barman, per poi approdare al J-Bede.

Il passaggio da lavorare per altri all'assumersi le proprie responsabilità è breve: Francesco apre il locale dei suoi sogni. A El Cubanito c’è tutta la passione di Francesco, amplificata dalla sua conoscenza dei vini - essendo il locale anche fornitissimo wine bar. Un locale che si illumina di clienti festosi, dal clima che solo Terrasini sa dare, festoso e solare come la terra siciliana.

Francesco ricorda con piacere ciò che lo ha convinto ad intraprendere la carriera di barman: «Vedere e conseguentemente ammirare gli storici barman palermitani. Spiarli mi ha dato la passione necessaria per affrontare le difficoltà degli studi e il sacrificio del lavoro». Dopo anni di esperienza, sa sintetizzare i valori necessari ad essere un vero barman: «L’abnegazione, l’umiltà e la voglia di essere sempre attuale e aggiornato, in parole povere essere un professionista a tutto tondo».

Per Francesco è importante non essere mai banale nelle proposte (Francesco Calaiò a El Cubanito Wine e drink, meglio se nel dehor)
Per Francesco è importante non essere mai banale nelle proposte

E, da buon professionista, ha già una serie di progetti nel cassetto: «Sicuramente sviluppare al meglio la passione per i vini e di conseguenza la formula del wine bar. Essere mai banali nella ricerca e nella proposta di vini, prodotti locali e non solo».

Francesco, inoltre, ha scelto di far parte dell'associazione Abi Professional: «Nelle file dell’associazione ci sono i barman che tanto mi hanno ispirato da giovanissimo e che mi hanno convinto a seguire questa professione. La "linea" con cui ho costruito carriera e stile di vita è venuta proprio da loro. Sono entrato in Abi Professional per poter seguire il loro esempio, ma anche per continuare ad ispirare le future figure professionale».

Ai giovani Francesco lancia un messaggio di speranza e condivisione professionale: «Con Domenico Randazzo (del comitato esecutivo Abi Professional), che ha avuto un ruolo importante per la mia crescita, vorrei trasmettere la mia passione e l’amore che ho verso questo lavoro. Ma i giovani non devono dimenticare l’importanza dello studio e l’emozione che questa professione ci dà, soprattutto se con l’entusiasmo tipicamente giovanile si riempiono le ore lavorative».

Abi Professional Sicilia è molto attiva in tutto il territorio grazie al lavoro permeato da Li Causi (coordinatore regionale) con Randazzo e tutti gli altri soci che, come Calaiò, si mettono a disposizione per trasmettere «l’amore per questo lavoro, tanta professionalità, qualità ed entusiasmo giorno dopo giorno», come giustamente dice lo stesso Francesco.

Se passate da Terrasini, non dimenticate di andare a trovare Francesco a El Cubanito, per godere delle proposte culinarie che propone, per un corroborante aperitivo o per un bicchiere di vino siciliano. Ancora meglio concedersi questo momento di relax e piacere nel dehors, in una giornata soleggiata.

Francesco fa parte dell'associazione Abi Pfofessional, grazie alla quale continua a crescere (Francesco Calaiò a El Cubanito Wine e drink, meglio se nel dehor)
Francesco fa parte dell'associazione Abi Pfofessional, grazie alla quale continua a crescere

Il Mojito Siciliano di Franceso Calaiò
Ingredienti: 20 ml di St. Germain, 30 ml di Marsala Targa Florio, 20 ml di succo di lime, 110 ml di Ginger Beer Fever Tree
Decorazione: una stecca di cannella e limone disidratato

© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali