Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 07 dicembre 2021 | aggiornato alle 02:15 | 80064 articoli in archivio

I barman di Abi Professional sono pronti a ripartire

Dal 27 al 29 ottobre al Grand Hotel Billia di Saint-Vincent (Ao) si terrà il 5° Convegno e Concorso nazionale Abi Professional. Verranno eletti i nuovi consiglieri e il nuovo presidente dell’associazione.

di Ernesto Molteni
presidente ABI Professional
16 ottobre 2020 | 07:41

I barman di Abi Professional sono pronti a ripartire

Dal 27 al 29 ottobre al Grand Hotel Billia di Saint-Vincent (Ao) si terrà il 5° Convegno e Concorso nazionale Abi Professional. Verranno eletti i nuovi consiglieri e il nuovo presidente dell’associazione.

di Ernesto Molteni
presidente ABI Professional
16 ottobre 2020 | 07:41

Siamo pronti a ripartire, nonostante un attacco offensivo mediatico ricevuto sui social da un noto personaggio del mondo del bartending che ci lascia alquanto interdetti e del quale mi propongo di intervenire con una presa di posizione quanto prima, al fine di chiarire una volta per tutte, per tutti coloro che sono ignari o fanno confusione, il perché della nascita di Abi Professional, generata da una spaccatura di Aibes.

Siamo pronti a ripartire anche se ci sono ancora timori e paure per la salute a causa del Covid, ma l’economia e la vita sociale non possono fermarsi, semmai adattarsi ad un nuovo modus operandi, soprattutto nel nostro settore dove saremo obbligati a trovare nuove soluzioni e idee per lavorare. Lo spirito di adattamento fa parte del nostro bagaglio deontologico e quindi dobbiamo reagire con forza di volontà e professionalità. Almeno fino a quando il problema non sarà risolto e tutto tornerà come prima.

I barman di Abi Professional sono pronti a ripartire

Abbiamo anche terminato il nostro primo mandato di 4 anni, dove abbiamo raggiunto l’obiettivo di creare un’ottima immagine dell’associazione, soprattutto da un punto di vista mediatico. Siamo riusciti ad organizzare tantissimi eventi importanti a livello sia regionale che nazionale. Abbiamo istituito il codice etico e deontologico e comunicato all’esterno quelli che sono i veri principi associativi: professionalità, correttezza e amicizia.

Quello che non siamo riusciti a fare, imparando dai nostri errori, lo faremo ora con il secondo mandato, dopo che verranno eletti i nuovi consiglieri e il nuovo presidente: non abbiamo avuto la capacità di coinvolgere tutti i soci, di mettere in atto i nostri programmi formativi di fronte ad un mercato di corsi basato sull’anarchia e sull’imprenditoria del business e, infine, di comunicare in modo adeguato con le aziende sponsor. Per questo motivo abbiamo deciso di ridurre il numero di consiglieri nazionali da 15 a 11 per essere più operativi, di dare maggiore importanza e valore ai coordinatori regionali che dovranno rappresentare la vera spina dorsale dell’associazione e, infine, di creare in futuro commissioni di lavoro con a capo soci che si distinguono per meriti professionali e comportamentali.

Tutto ciò, insieme a tanti altri progetti, rappresenta il programma di base del 2° mandato che dovrà rappresentare una vera e propria svolta al fine di raggiungere traguardi molto importanti e consoni a quelle che erano le aspirazioni primarie dei fondatori di questa associazione. Per questo motivo non faremo compromessi con nessuno e seguiremo l’iter scremando se necessario, come già sta succedendo con il periodo Covid, per valutare veramente chi è un barman professionista con valori umani e associativi ed è disposto a collaborare per il bene comune e della categoria e non per un proprio fine personale.

Tutto questo va affrontato con entusiasmo, voglia di fare, rispetto e amicizia a partire da questo Convegno e dalla finale nazionale di cocktail. Tralasciamo ogni forma di “egoità” perché uniti possiamo far crescere la nostra Abi Professional: più numerosa e prestigiosa diventerà, più ne beneficeranno tutti i partecipanti.

© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali