Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 22 gennaio 2020 | aggiornato alle 13:22| 63060 articoli in archivio
Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
HOME     PROFESSIONI     CUOCHI

Il trend della rinuncia alle stelle
Dopo Bras e Chiang, tre casi in Germania

Il trend della rinuncia alle stelle 
Dopo Bras e Chiang, tre casi in Germania
Il trend della rinuncia alle stelle Dopo Bras e Chiang, tre casi in Germania
Pubblicato il 17 ottobre 2017 | 09:37

Prima Bras in Francia, poi Chiang a Singapore: tra i due casi eclatanti del mondo della cucina ora anche tre cuochi tedeschi sembrano voler fuggire dall'ansia creata dalle stelle Michelin ad ogni costo.

Si parte dal presupposto per cui la cucina tedesca non ha quella nomìa che la rende brillante agli occhi dei food lovers, di certo non ha le fondamenta e altresì l'eco che distinguono quella francese e quella italiana, ma anche nel panorama della ristorazione tedesca si sono verificati ben tre casi facilmente accomunabili a quelli di Bras in Francia e di Chiang a Singapore. Vale a dire, una fuga dalle stelle.

(Il trend della rinuncia alle stelle Dopo Bras, tre casi in Germania)

Il quotidiano tedesco Frankfurter Allgemeine Zeitung parla di trend, additando i casi di tre cuochi che stanno voltando le spalle al riconoscimento della Guida rossa: Sebastian Luehr ha lasciato il Kronenschloesschen (nel Rheingau) dove ha vantato la stella Michelin, Matthias Schmidt dice addio a Villa Merton a Francoforte (tuttora stellato), mentre Villa Rothschild di Koenigstein saluta defintivamente il due stelle Christoph Rainer. Addirittura il cuoco, anch'egli stellato, che sostituirà Rainer, ha già chiarito di non aver alcun interesse nel mantenere la viva la Michelin.

Qui non è questione di concorrenza, di rivalità: qui siamo di fronte a un settore "fulminato" dalle luci mediatiche, con la stella che in questo contesto diventa più che un premio un «mostruoso amplificatore», come suggerisce la Repubblica. È presto per parlare di "Sternedaemmerung" (crepuscolo delle stelle), ma la comunanza di questi casi in giro per il mondo certamente aiuta gli interessati a costruirsi qualche inevitabile associazione in mente.

In questo contesto è anche utile riportare quanto dice il quotidiano tedesco: la nuova generazione di cuochi, trenta-quarantenni, che hanno conquistato le stelle in questi anni, sono anche più decisi a conciliare il lavoro massacrante in cucina con la propria vita privata. Uno spunto che, insieme a questi casi sparsi di ribellione alla stella, denota davvero un'inversione di rotta rispetto agli anni passati?

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


cuoco stella Michelin stress chiusura Germania Sebastian Luehr Matthias Schmidt Christoph Rainer

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).