ABBONAMENTI
 
Castel Firmian
Ros Forniture Alberghiere
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
venerdì 18 settembre 2020 | aggiornato alle 13:03 | 67828 articoli in archivio
Castel Firmian
Molino Quaglia
di Massimo A. Giubilesi
presidente Ordine tecnologi alimentari Lombardia e Liguria
Massimo A. Giubilesi
Massimo A. Giubilesi
di Massimo A. Giubilesi

La strategia per affrontare la crisi?
Riprogettare il modello di business

La strategia per affrontare la crisi? 
Riprogettare il modello di business
La strategia per affrontare la crisi? Riprogettare il modello di business
Primo Piano del 13 luglio 2020 | 08:42

Nel settore accoglienza il periodo di lockdown ha determinato la necessità di cambiare il modo di lavorare (nel rispetto delle nuove norme) ma anche di elaborare nuove strategie. Porsi obiettivi realistici e saper gestire l’attività in caso di emergenza sono i nuovi must.

Nella speranza che il peggio dell’emergenza sanitaria sia passato, il mondo della ristorazione e dell’ospitalità ha iniziato a rialzare le saracinesche. Tra mille insidie e incertezze di vario genere, in primis la mancanza di regole chiare, gli operatori si sono trovati a dover affrontare ben altre problematiche che hanno poco o nulla a che vedere con la sanificazione o il distanziamento tra i tavoli. Posto che la riduzione dei coperti è un grosso problema e nessuno nega la necessita di adottare procedure di contenimento del virus, questi due elementi, anche se risolti, non garantiscono una riapertura o meglio un ritorno ai volumi di business precedenti.

Si parla prima di tutto di business: ricordiamoci che fare la ristorazione oggi in Italia (e non solo) significa avere prima di tutto capacità imprenditoriali e manageriali, che unite ad una buona conoscenza e abilità in cucina possono garantire il successo di un locale. Avere spazi arredati all’ultima moda con la firma di qualche famoso designer e cucine con apparecchiature performanti senza avere un concetto chiaro di cosa in realtà si vuole fare/vendere e in assenza di una strategia chiara che mira al raggiungimento di obiettivi realistici, non si arriva da nessuna parte, soprattutto nei tempi post Covid.

La strategia per affrontare la crisi? Riprogettare il modello di business
Il ristoratore deve elaborare un nuovo modello di business

Durante il periodo di chiusura, tanti ristoratori, guidati da “esperti” di vario genere, ma anche alla ricerca di una soluzione all’improvviso blocco delle entrate finanziarie, hanno cercato nuove strade lanciandosi di corsa e aprendosi (finalmente) verso soluzioni che definiremmo “innovative con qualche riserva”, in quanto presenti già da tempo ma tralasciate o non considerate dagli imprenditori fino a questo momento, come i servizi di delivery e/o il commercio di prodotti alimentari online. In tanti, per non dire in tantissimi ristoratori sono rimasti delusi degli scarsi risultati raggiunti e forse lasceranno nel cassetto delle cose “da fare un giorno” l’idea delle consegne a domicilio.



A questo punto sicuramente vi state chiedendo se esista una soluzione e dove sia: domanda doverosa e difficile, perché individuare la strada giusta per una riapertura vincente richiede prima di tutto un’attenta analisi della propria situazione e verifica degli aspetti fondamentali dell’attività.

In estrema sintesi, questa analisi dovrebbe concentrarsi su:
  • Verifica dell’idoneità delle autorizzazioni commerciali necessarie per svolgere l’attività;
  • Verifica dello stato e dell’applicazione degli standard di igiene e sicurezza per la prevenzione da contaminazioni e contagi sul luogo di lavoro e nei confronti dell’utenza;
  • Applicazione delle prescrizioni normative in merito alla sicurezza degli alimenti e agli obblighi in merito alla comunicazione ai consumatori;
  • Individuazione dei punti critici e della definizione delle attività e delle azioni necessarie alla loro risoluzione;
  • Riprogettazione del modello di business.

Attenzione a quest’ultimo punto, in quanto riprogettare il proprio modello di business è una fase delicata ed è sempre raccomandabile farsi accompagnare in questo percorso da persone competenti che aiuteranno ad applicare concretamente tecniche e metodi specifici. Per creare un corretto modello di business bisogna innanzitutto porsi degli obiettivi realistici, che prendono in considerazione molteplici fattori a livello organizzativo, con lo scopo principale di ottimizzare i costi e aumentare gli utili.

La nuova frontiera da superare a livello organizzativo che ci ha suggerito il periodo di Covid-19 è la necessità di ripensare e riqualificare un altro punto strategico per ogni impresa, ovvero il sostegno del cambio generazionale e delle competenze, e soprattutto la prevenzione e gestione in caso di emergenza. Il “crisis management” (processo di gestione delle crisi) e la “business continuity” (piano di continuità operativa), soprattutto rivolti alle piccole e medie imprese del mondo della ristorazione, permetteranno agli operatori di avere una visione strutturata e un’organizzazione basata sulla pianificazione strategica.

Per approfondimenti: www.giubilesiassociati.com

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


iat italiaatavola epidemia emergenza sanitaria lockdown ristorazione horeca accoglienza sicurezza igiene riapertura business strategia modello di business crisis management business continuity

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®