ABBONAMENTI
 
Ros Forniture Alberghiere
Molino Quaglia
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 01 dicembre 2020 | aggiornato alle 12:29| 69963 articoli in archivio
Ros Forniture Alberghiere
Molino Quaglia
HOME     PROFESSIONI     PASTICCERI
di Angelo Musolino
Presidente Conpait
Angelo Musolino
Angelo Musolino
di Angelo Musolino

Dalle istituzioni tante parole
Ma vogliamo aiuti concreti

Dalle istituzioni tante parole 
Ma vogliamo aiuti concreti
Dalle istituzioni tante parole Ma vogliamo aiuti concreti
Pubblicato il 01 giugno 2020 | 14:42

La burocrazia sta rendendo tutto più difficile. Sentiamo tante dichiarazioni di vicinanza alle imprese, ma ci aspettavamo procedure più snelle e veloci per agevolare la ripresa delle nostre attività. Più di 50mila aziende del settore rischiano la chiusura e contemporaneamente più di 300mila addetti potrebbero rimanere senza lavoro.

Il nostro Paese è precipitato ormai da più di due mesi in una grave crisi, determinata dalla pandemia, facendoci piombare in un’esperienza inedita di paralisi, isolamento, incertezza e paura. Questa crisi comporta ancora momenti di insicurezza alla ripartenza di noi pasticceri e gelatieri, come tutte le altre realtà. Si cerca di inventarsi un modo per sopravvivere e riprogettare il nostro domani visto che le ordinanze di Governo ed enti locali hanno messo in fermo quasi tutte le attività.

Dalle istituzioni tante parole Ma vogliamo aiuti concreti

La speranza di pasticceri e gelatieri è che naturalmente si ritorni presto alla normalità, con sollievo e rinnovato entusiasmo. Anche se in molti si preparano al peggio, noi auspichiamo che le autorità competenti ci accompagnino ad una ripresa che possa dare dignità a ognuno di noi.

In questi giorni vorremmo condividere le riflessioni dei nostri colleghi, che tra un problema e l’altro, uno sfogo, una mail o una telefonata, ci raccontano cosa sta succedendo su ogni territorio, e di come si può piano piano aprire le serrande delle aziende. Nonostante tutto è difficile mandare giù questa burocrazia, soprattutto in una situazione di emergenza quella attuale. Dato che non sentiamo altro che dichiarazioni di vicinanza alle imprese, di riconoscimento dell’importanza del nostro lavoro per garantire un futuro al nostro Paese, ci aspettavamo procedure più snelle e veloci per agevolare la ripresa delle nostre attività! Inoltre sappiamo benissimo che più di 50mila aziende del nostro settore rischiano la chiusura e contemporaneamente più di 300mila addetti potrebbero rimanere senza lavoro.

Dalle istituzioni tante parole Ma vogliamo aiuti concreti

Volendo allargare lo sguardo, possiamo dire che, oggi più di ieri, ci sarebbe bisogno di snellire drasticamente la burocrazia per affrontare tutte le scadenze che ormai assillano le nostre aziende quotidianamente. Su questo fronte non è stato legiferato nulla fino ad ora. Quindi ci ritroviamo ad affrontare una lenta ripresa dedicando tante risorse ed energie ad inutili adempienze, quando basterebbe raggruppare e snellire il tutto per lasciarci liberi di poter impostare strategie più utili a ripartire con le nostre attività rimettendo in moto l’economia.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


pasticcere iat italiaatavola gelatiere ristoranti bar horeca ripresa lockdown riapertura burocrazia sicurezza pandemia coronavirus covid 19 distanziamento istituzioni

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Surl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Surl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®