Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
domenica 08 dicembre 2019 | aggiornato alle 06:42| 62458 articoli in archivio
Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
HOME     SALUTE     ALIMENTAZIONE

Bevande, -30% di zuccheri
per prevenire obesità e patologie

Bevande, -30% di zuccheri 
per prevenire obesità e patologie
Bevande, -30% di zuccheri per prevenire obesità e patologie
Pubblicato il 16 ottobre 2017 | 14:27

Con una riduzione del 30% del contenuto di energia nelle bevande zuccherate, si potrebbe intervenire sull'epidemia di obesità che ha colpito diversi Paesi e ridurre così malattie come ictus, diabete e cancro ai reni.

Questa è la conclusione di uno studio del George Institute for Global Health di Sydney in Australia, che ha eseguito una modellazione sul consumo e sulle conseguenze delle bevande zuccherate, acqua aromatizzata, tè freddo, bevande per sportivi e sciroppi.

(Bevande, -30% di zuccheri per prevenire obesità e patologie)

«I risultati sono una chiara dimostrazione del danno causato dalle bevande dolci» ha scritto su Nutrients la responsabile del progetto Michelle Crino, specializzata in scienza e tecnologia alimentare. A trarne vantaggi sarebbero anche le strutture sanitarie, che avrebbero enormi risparmi economici grazie alla prevenzione di numerosi morti premature, «un terzo delle quali per diabete», sottolinea Crino in riferimento all'Australia.

Questo studio richiama una ricerca simile di cui avevamo parlato a inizio 2016, merito dei ricercatori della Queen Mary University di Londra: con questa si suggeriva di togliere ben il 40% di zuccheri dalle bevande, con un conseguente calo dei casi di obesità e conseguenzialmente delle patologie ad essa legate.

Ed esattamente come suggeriva un ricercatore dello studio inglese, anche Michelle Crino sottolinea quanto i risultati sarebbero più celeri e migliori se, accanto ad una strategia preventiva basata su ricerche mediche, intervenisse lo Stato con strumenti come la tassazione delle bevande zuccherate.

In questa direzione si era mosso a settembre 2016 il Governo inglese, che ha approvato proprio un'imposta sulle bevande zuccherate, che sarà applicata nel territorio oltre manica a partire dal 2018. Ma l'Inghilterra è solo un altro dei Paesi che già da tempo hanno scelto di imporre una tassa ai produttori. È bene ricordare in merito, ad esempio, Francia, Ungheria e Messico (proprio in quest'ultimo Paese, a inizio 2017, dopo due anni dal via della legge che tassava le bibite gassate, il consumo era diminuito del 9,7%).

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


zucchero bevanda bevanda zuccherata salute ricerca studio obesita cancro diabete prevenzione stato tassa tassazione imposta Michelle Crino Australia

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160
& Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).