Sofidel Papernet
Ros Forniture Alberghiere
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
venerdì 10 luglio 2020 | aggiornato alle 11:32| 66647 articoli in archivio
Sofidel Papernet
Ros Forniture Alberghiere
HOME     SALUTE     STILE DI VITA

Come prevenire il mal di testa?
Basta spegnere l’aria condizionata!

Come prevenire il mal di testa? 
Basta spegnere l’aria condizionata!
Come prevenire il mal di testa? Basta spegnere l’aria condizionata!
Pubblicato il 14 agosto 2015 | 17:40

Il freddo e l’aria condizionata possono causare la “cefalea da freddo”, un dolore più lieve e di minor durata rispetto all’emicrania, che scompare in una trentina di minuti se lo stimolo freddo viene “rimosso”

Stare per lungo tempo in un posto con l’aria condizionata funzionante può favorire l’insorgenza della cosiddetta “cefalea da freddo”, ovvero un fastidioso mal di testa. E come se non bastasse l’aria che arriva da condizionatori e ventilatori viene anche inalata causando altri fastidi. Vincenzo Tullo, specialista neurologo e responsabile dell’ambulatorio sulle cefalee di Humanitas Lab, illustra le caratteristiche di queste patologie e i relativi rimedi. Riportiamo l’approfondimento tratto per intero da Humanitasalute.it.




«Bisogna subito distinguere - esordisce Vincenzo Tullo - tra emicrania e “cefalea da freddo”. Nel primo caso il freddo rientra tra quei fattori come l’alimentazione, l’assunzione di un farmaco, il rumore ad esempio, che possono scatenare l’emicrania. Questa è una forma di mal di testa più invalidante che colpisce tra il 12 e il 15% della popolazione italiana e che rappresenta la settima causa di invalidità al mondo tra le diverse patologie».

«Il freddo - prosegue Tullo - può causare o aggravare una crisi emicranica, con la comparsa di dolore lateralizzato e pulsante che può durare da quattro ore a tre giorni. Chi soffre di emicrania, ovvero chi è predisposto a sviluppare questo disturbo, deve dunque star lontano da getti di aria condizionata, dall’azione del ventilatore o delle correnti d’aria e dovrebbe evitare gli ambienti climatizzati. Così come dovrebbe evitare di inalare aria fredda o ingerire sostanze fredde: anche un semplice cono gelato potrebbe accentuare o scatenare un’emicrania».

Gli stessi consigli valgono anche per chi è più sensibile all’aria condizionata ma non soffre di emicrania? «Certamente. In queste persone però - conclude lo specialista - il freddo e l’aria condizionata possono sì causare dolore, ma quello della “cefalea da freddo” è un dolore più lieve, anche se può interessare tutto il capo, e di minor durata. Inoltre questo scompare nel giro di una trentina di minuti se lo stimolo freddo viene “rimosso”. Per questo è sufficiente non esporsi all’aria condizionata o coprirsi leggermente per non soffrire di questa forma di mal di testa».

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


mal di testa emicrania cefalea aria condizionata salute

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®