Allegrini
Ros Forniture Alberghiere
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
lunedì 06 luglio 2020 | aggiornato alle 19:44| 66574 articoli in archivio
Sofidel Papernet
Ros Forniture Alberghiere
HOME     SALUTE     STILE DI VITA

Le abitudini sociali incidono sul sonno
Italiani tra i più dormiglioni nel mondo

Le abitudini sociali incidono sul sonno 
Italiani tra i più dormiglioni nel mondo
Le abitudini sociali incidono sul sonno Italiani tra i più dormiglioni nel mondo
Pubblicato il 07 agosto 2016 | 12:57

Non solo i ritmi circadiani, ma anche le nostre abitudini sociali e i luoghi in cui viviamo influiscono sul sonno. Le donne ad esempio dormo 30 minuti in più, e chi sta all'aria aperta tende ad andare a letto prima

Riposare è essenziale per il nostro metabolismo e in generale la nostra salute. Ma cosa regola il nostro sonno? Solo la luce del giorno e il buio della notte, come i ritmi circadiani impongono, o anche altro? Ad esempio l'età, le abitudini sociali, perfino i luoghi in cui si passa il tempo da svegli. A parlarcene nel dettaglio è un articolo tratto da Humanitasalute, la cui analisi parte dai più recenti studi sul tema, ed è corredata dai commenti di Vincenzo Tullo, specialista neurologo e responsabile dell’ambulatorio sulle cefalee di Humanitas.




A letto con il buio e in piedi con la luce? Sonno e veglia seguono i ritmi circadiani o giocano un ruolo anche società e particolari abitudini? A queste domande ha cercato di rispondere uno studio della University of Michigan (Stati Uniti) pubblicato sulla rivista Science Advances. Lo studio ha cercato di indagare il peso che “natura” e “cultura” hanno sulla regolazione dei cicli sonno/veglia ed è stato realizzato utilizzando modelli matematici e big data. I dati sono stati ricavati da un’app lanciata dallo stesso team per aiutare i viaggiatori a gestire il jet-lag. Per usare questa app si dovevano inserire dei dati sulle proprie abitudini che potevano essere inviati all’università americana.

I ricercatori si sono trovati così fra le mani tantissime informazioni su migliaia di persone da 100 diversi Stati. Hanno poi elaborato una sorta di simulatore del ritmo circadiano con cui predire in che modo alba e tramonto influenzassero il sonno. Ma le previsioni del modello sono state smentite dalla realtà. L’algoritmo non poteva tener conto di una cosa: oltre alla luce anche l’ambiente e le abitudini influenzano la quantità di sonno, quando si va a letto e quando ci si sveglia. In particolare la sera “vincono” gli impegni sociali e familiari che decidono quando coricarsi, mentre al mattino l’orario del risveglio resta condizionato dai ritmi fisiologici.

Il sonno è condizionato dalle abitudini personali
«Lo studio dimostra chiaramente - aggiunge il dottor Vincenzo Tullo - che il sonno è strettamente legato alle nostre abitudini di vita: non è solo la luce, e quindi i ritmi circadiani, a dettare legge per quanto riguarda il dormire». Dallo studio è emerso che i maschi di mezza età dormono meno delle 7-8 ore raccomandate, che le donne dormono circa 30 minuti in più degli uomini, che vanno a letto un po’ prima e si svegliano un po’ più tardi, soprattutto fra i 30 e i 60 anni di età. Ancora, che chi trascorre molto tempo all’aperto alla luce del sole tende ad andare a letto prima e dorme di più di chi resta al chiuso.

«Ciò che tutti dovrebbero capire - sottolinea lo specialista - è che è cruciale rispettare le giuste ore di riposo. Il sonno è un elemento importante di un sano stile di vita che aiuta a prevenire alcune malattie, cardiovascolari o del metabolismo, ad esempio, associate proprio alla carenza di sonno. Per poterci aiutare a recuperare dallo stress diurno il sonno dev’essere ristoratore per intero anche se è molto importante la prima parte del sonno, quello cosiddetto profondo. È proprio sull’addormentamento che si gioca la partita ed è proprio in questa fase che le abitudini hanno la meglio, come suggerisce lo studio».

Ma quanto si dorme nel mondo?
Le ore di sonno vanno da un minimo di 7 ore e 24 minuti di Singapore e Giappone a un massimo di 8 ore e 12 minuti dell’Olanda. E gli italiani? Con 7 ore 53 minuti siamo tra i più dormiglioni. Come riferisce uno dei ricercatori all’Ansa, gli italiani sono tra coloro che tendono ad andare a letto più tardi (23:42) e a svegliarsi più tardi (7:35).

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


sonno dormire abitudine ritmo circadiano Vincenzo Tullo Humanitas salute

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®