Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
domenica 19 settembre 2021 | aggiornato alle 04:57 | 77941 articoli in archivio

Lenti a contatto Meglio toglierle sempre prima di dormire

18 dicembre 2017 | 17:31

Lenti a contatto Meglio toglierle sempre prima di dormire

18 dicembre 2017 | 17:31

Le lenti a contatto vanno bene, ma tra coloro che le utilizzano come alternativa agli occhiali ce ne sono molti che dimenticano di togliersele prima di andare a dormire, e questo può provocare dei disagi.

Le lenti a contatto vanno bene, ma tra coloro che le utilizzano come alternativa agli occhiali ce ne sono molti che dimenticano di togliersele prima di andare a dormire, e questo può provocare dei disagi.

Infatti, secondo un recente studio condotto dai ricercatori americani del Centers for disease control and prevention (Cdc), dormire con le lenti a contatto provoca sia un chiaro fastidio mattutino - le lenti sono tutte appiccicate all'occhio - sia rappresenta un fattore di pericolo per infezioni e irritazioni alla cornea. Di seguito riportiamo le risposte circa lo studio date da Paolo Vinciguerra, direttore del centro oculistico di Humanitas e docente di Humanitas University, tratte da Humanitasalute.

(Lenti a contatto Meglio toglierle sempre prima di dormire)


Cosa accade agli occhi in caso di infezione da lenti a contatto?
Lo studio americano dichiara che ben il 90% degli intervistati è stato colpito da infezioni o irritazioni dovute ad un uso sbagliato delle lenti.

«Il rischio di infezioni da lenti a contatto e di ulcere anche con gravi conseguenze - dice Paolo Vinciguerra - è tutt’altro che basso. Ne è una prova il cospicuo numero di trapianti e di trattamenti laser alternativi al trapianto che si eseguono come conseguenza di questo tipo di infezioni».

Inoltre, anche se ci sono lenti a contatto speciali che possono essere tenute anche di notte, gli esperti raccomandano di toglierle comunque, perché la cornea ha bisogno di respirare e ossigenarsi. Anche nuotare con le lenti e non sostituirle giorno per giorno, nel caso delle lenti usa e getta, sono abitudini che possono aumentare il rischio di disturbi, anche seri, agli occhi.

Cosa fare ai primi sintomi?
Riduzione della vista, arrossamento degli occhi, lacrimazione e, infine, anche pus sono i sintomi con cui si manifesta l’infezione agli occhi.

«Ai primi sintomi di fastidio agli occhi - dice l’esperto - togliere le lenti. Se i sintomi continuano anche dopo aver tolto le lenti, è necessario consultare un oculista. Alla visita è importante ricordarsi di portare con sé le lenti tolte, conservandole in un apposito contenitore, in modo che possano essere analizzarle per vedere se è la stessa lente che favorisce la proliferazione dei batteri che causano l’infezione».

Prevenzione, 6 consigli per un uso sicuro delle lenti a contatto
Chi preferisce l’uso delle lenti agli occhiali, oppure osa le lenti a contatto anche solo saltuariamente, può evitare il rischio di infezioni agli occhi seguendo alcuni accorgimenti:
  • Lavare sempre le mani con sapone prima di maneggiare le lenti;
  • Usare solo la soluzione apposita per lavare e sciacquare le lenti; evitare di lavarle con l’acqua di rubinetto perché contiene un battere che causa infezione;
  • Nel lavare le lenti, strofinarle delicatamente per rimuovere i batteri e eventuali residui (anche se la confezione lo sconsiglia);
  • Sostituire il contenitore delle lenti ogni 3-4 mesi oppure svuotarlo ogni giorno, lavarlo accuratamente, lasciarlo asciugare capovolto e poi riempirlo di nuovo di liquido aiuta ad evitare la proliferazione di batteri;
  • Cambiare ogni giorno il liquido in cui sono immerse le lenti, e non rabboccarlo;
  • Non usare le lenti giornaliere per più giorni.

© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali