Sofidel Papernet
Ros Forniture Alberghiere
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 08 luglio 2020 | aggiornato alle 06:08| 66594 articoli in archivio
Allegrini
Rational
HOME     SALUTE     STILE DI VITA

Contro la sindrome della fatica cronica
“dosi” graduali di attività fisica

Contro la sindrome della fatica cronica 
“dosi” graduali di attività fisica
Contro la sindrome della fatica cronica “dosi” graduali di attività fisica
Pubblicato il 29 dicembre 2017 | 10:02

Nel Regno Unito, presso la Queen Mary University di Londra, alcuni ricercatori hanno condotto uno studio su circa 200 individui colpiti da sindrome della fatica cronica, riscontrando una riduzione della fatica.

Dalla ricerca è emerso che incrementare progressivamente la “dose” di attività fisica potrebbe assicurare un miglior benessere. I partecipanti sono stati suddivisi in due gruppi. Lo studio ha previsto un programma di 12 settimane con sei fasi di allenamento crescente per il primo gruppo. Molti pazienti hanno scelto la camminata: di settimana in settimana, la quantità di attività fisica è stata aumentata al massimo del 20%.

(Contro la sindrome della fatica cronica dosi graduali di attività fisica)

Entrambi i gruppi hanno inoltre beneficiato di una terapia sintomatica per il trattamento dei sintomi più comuni della Sindrome della fatica cronica come l’insonnia o il dolore cronico, mentre prima e al termine delle 12 settimane sono stati somministrati dei questionari per valutare i livelli di fatica e funzione fisica.

Nel primo gruppo, rispetto al secondo, il livello generale di fatica è stato di quattro punti più basso e la funzione fisica maggiore di sei. Nonostante il primo gruppo abbia fatto registrare più defezioni, circa un paziente su cinque ha riferito di sentirsi meglio rispetto a uno su venti del secondo gruppo.

«I vantaggi dell’attività fisica in caso di dolore cronico sono innegabili», ha spiegato Fabio Intelligente, anestesista coordinatore del servizio di Terapia antalgica per il dolore cronico di Humanitas. «Nei limiti del possibile e in base alle sue condizioni di salute, il paziente dovrebbe dedicare del tempo all’attività fisica all’interno della terapia antalgica, accanto ad altri presidi come la dieta equilibrata, la supplementazione e l’assunzione di farmaci».

Anche coinvolgere il paziente nella terapia (il cosiddetto empowerment), nell’ambito della gestione del dolore cronico, significa renderlo più consapevole, autonomo e responsabile nell’organizzazione delle risorse a disposizione per la gestione della terapia, all’interno di interventi appropriati che diventano così sempre più efficaci.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


Humanitas ricerca Sindrome della fatica cronica fatica salute Fabio Intelligente dolore cronico terapia empowerment

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®