Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
sabato 25 giugno 2022 | aggiornato alle 16:42 | 85731 articoli in archivio

In un sorso

Susa Libre e Turin Gin, le Distillerie Subalpine omaggiano il Piemonte in chiave green

Il Gruppo Affini di Torino ha dato il via a un processo di revisione ecosostenibile delle proprie referenze, a partire dalle etichette della distilleria piemontese il cui gusto richiama il territorio

 
12 agosto 2021 | 10:30

Susa Libre e Turin Gin, le Distillerie Subalpine omaggiano il Piemonte in chiave green

Il Gruppo Affini di Torino ha dato il via a un processo di revisione ecosostenibile delle proprie referenze, a partire dalle etichette della distilleria piemontese il cui gusto richiama il territorio

12 agosto 2021 | 10:30
 

Una piccola rivoluzione prende piede nel mondo della liquoristica italiana. A darne il via è stato il Gruppo Affini di Torino che presenta le nuove bottiglie total craft di Distilleria Subalpine. Obiettivo: avvicinare quanto più possibile allo zero la propria impronta ecologica e aprire una nuova strada nel mondo della mixologia e dei drink.

I liquori di Distillerie Subalpine Affini Gin e Liquori - DA FINIRE

I liquori di Distillerie Subalpine

 

Gli spirit di Distillerie Subalpine rispettano l'ambiente e dicono no alla plastica

Le bottiglie delle Distillerie Subalpine, infatti, vengono realizzate completamente in vetro riciclato, le etichette sono rigorosamente in carta e non in Pvc, il tappo è in legno ed è stata eliminata definitivamente la capsula in plastica. Un miglioramento importante per un brand che, da sempre, pone grande attenzione alla sostenibilità in tutta la propria filiera. Basti pensare che i locali Affini sono stati tra i primi in Italia a essere completamente plastic free e che con l’entrata nel green retail park torinese Green Pea hanno ulteriormente ribadito e accentuato questa loro sensibilità.

 

Susa Libre, il liquore realizzato con le erbe della Valle

Dal contenitore al contenuto, il rispetto verso l’ambiente è il medesimo ed è fondato su prodotti di qualità garantita, provenienti dalle ricchezze naturali proposte dal territorio, e sulla collaborazione con piccole realtà artigianali locali. In quest’ottica nasce il Susa Libre, quinto liquore delle Distillerie Subalpine, prodotto anch’esso "fatto in casa" presso il nuovo opificio del Gruppo Affini inaugurato nei mesi scorsi a Chieri (To). Il Susa Libre è, fin dal nome, un omaggio alla Val di Susa, polmone verde a pochi passi da Torino, ed è preparato con alcune delle erbe che si trovano nella magnifica Valle: l’Artemisia Mutellina, altrimenti detta “genepì”, la camomilla e la menta piemontese, con una leggera freschezza agrumata.

Anche il Susa Libre, come gli altri liquori di Distillerie Subalpine, può essere degustato in purezza, oppure trasformarsi in uno Spritz Subalpino, grazie all’aggiunta del Moscato che gli dona un tocco aromatico in più.

 

Turin Gin, l'omaggio al capoluogo piemontese

L’altro nuovo nato in casa Distillerie Subalpine è l’esclusivo Turin Gin. Un vero e proprio omaggio alla città di Torino e ai suoi abitanti: un gin delicatamente dolce in ingresso per poi sfumare subito in sensazioni austere e concludere con un finale leggermente secco. Viene prodotto con botaniche miste, provenienti dal nord e dal sud Italia, proprio come la popolazione che abita il capoluogo piemontese: dall’immancabile ginepro alla zedoaria, al giaggiolo e al coriandolo, che conferiscono le note speziate. Ma anche scorze di agrumi dell’Italia meridionale, maggiorana e rosmarino per donare un tocco aromatico in più.

 

I locali dove gustare i cocktails Affini

Il Turin Gin, il Susa Libre, così come tutti gli altri prodotti di Distillerie Subalpine, possono essere assaporati presso i locali del Gruppo Affini:

  • Affini San Salvario Riv.1 (Via Belfiore 16C),
  • Affini Porta Palazzo Riv.2 (Piazza della Repubblica 3),
  • 100 Vini & Affini (presso il green retail Green Pea),
  • il neonato “Spritz & Affini. Handcrafted Cocktail Bar” (in Piazza della Libertà 6 a Settimo Torinese).

 

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       


Algida Dolce Vita

Algida Dolce Vita