ABBONAMENTI
 
Rational
Ros Forniture Alberghiere
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
sabato 26 settembre 2020 | aggiornato alle 07:57 | 67993 articoli in archivio
Castel Firmian
Molino Quaglia

I Comuni puntano sui dehors
A Rimini bar all'aperto fino al 2021

I Comuni puntano sui dehors 
A Rimini bar all'aperto fino al 2021
I Comuni puntano sui dehors A Rimini bar all'aperto fino al 2021
Pubblicato il 16 settembre 2020 | 13:00

L’amministrazione consentirà per tutto l’anno prossimo ai locali di sfruttare gli spazi esterni, probabilmente si dovrà però pagare la tassa. Roma amplia la superficie, Bergamo pensa a una breve deroga.

I tavolini all’aperto sono stati ancor più del solito i protagonisti dell’estate. La necessità di evitare assembramenti, di stare il più possibile all’aria aperta e la scelta delle amministrazioni comunali di non far pagare nulla ai locali per l’occupazione di suolo pubblico hanno dato vita a un boom che ha in parte ridisegnato e ridato vita ai centri storici delle nostre città.

Piazza Tre Martiri a Rimini - I Comuni puntano sui dehor Rimini li concede fino al 2021
Piazza Tre Martiri a Rimini

Ora l’estate sta finendo, ma questa concessione agli esercizi pubblici durerà fino al 31 ottobre, anche se il decreto Rilancio ha già aperto un’altra finestra fino al 31 dicembre. Qualche città però si sta già attrezzando per sostenere il settore ancora più a lungo. Su tutte c’è Rimini che ha già comunicato di concedere anche l’anno prossimo ai locali suolo pubblico per una superficie totale pari al 50% degli spazi disponibili all’interno.

Circa la possibilità che questo avvenga gratuitamente le bocche sono ancora cucite, anche se indiscrezioni dicono che è più probabile che le tasse per questa concessione saranno da pagare. Il segnale però c’è ed è significativo perché significa poter progettare con una certezza in più la prossima stagione, soprattutto estiva che per Rimini vale quasi un anno intero di fatturati.

In tema di dehors si era mossa anche Roma che aveva modificato le regole per bar e ristoranti: inizialmente ai ristoratori era consentito aumentare gli spazi esterni del 35% nel centro storico della città e del 50% in periferia e nelle altre zone. A luglio invece la giunta Raggi ha varato una delibera che consente loro di aumentare i tavolini del 50% nel centro e fino al 70% in tutti gli altri quartieri di Roma. La norma che consente una maggiore occupazione di suolo pubblico per tavolini e dehors riguarda bar, ristoranti, centri sportivi, attività ricettive che effettuano somministrazione anche a clienti che non vi alloggiano e librerie in cui è prevalente l'attività di vendita di libri. Gli unici criteri che gli esercenti dovranno rispettare sono quelli del codice della strada e una distanza di almeno cinque metri dai monumenti. Le misure sono valide fino al 31 dicembre 2021.

A Bergamo invece la partita si fa più complessa e si naviga a vista. «Stiamo lavorando per poter prolungare almeno fino a novembre la concessione del suolo pubblico ai locali pubblici - ha detto Oscar Fusini, direttore di Ascom Bergamo - non sarà una partita facile perché bisogna ragionare giorno dopo giorno considerando la situazione dei contagi. L’amministrazione ha fatto molto per il commercio, ma non possiamo chiederle di guardare oltre in questo momento».

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


ECONOMIAISTITUZIONI dehor pubblici esercizi comune amministrazione comunale tassa rimini bergamo roma Oscar Fusini

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Surl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Surl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®