Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
venerdì 09 dicembre 2022  | aggiornato alle 22:55 | 90127 articoli in archivio

Ad Aielli il nuovo eco-murale di Negroni

Grazie al progetto Costellazioni dello storico brand dei salumi della stella, nel borgo aquilano si è aggiunto il murale di Zoer, famoso artista francese di street art, con vernice in grado di purificare l'aria

di Mariella Morosi
 
28 settembre 2022 | 09:48

Ad Aielli il nuovo eco-murale di Negroni

Grazie al progetto Costellazioni dello storico brand dei salumi della stella, nel borgo aquilano si è aggiunto il murale di Zoer, famoso artista francese di street art, con vernice in grado di purificare l'aria

di Mariella Morosi
28 settembre 2022 | 09:48
 

Con il progetto "Costellazioni" di Negroni, lo storico brand dei salumi della stella, il borgo aquilano di Aielli - più conosciuto come Borgo Universo - diventa un eco-museo, dominato dalla Torre delle Stelle, osservatorio astronomico edificato nel 1356 da Ruggero II dei Conti di Celano. Ai 39 murales di artisti internazionali del calibro di Millo, Okuda San Miguel, Zamoc e Giò Pistone si è aggiunto quello di Zoer, famoso artista francese di street art, coadiuvato dal napoletano Giovanni Anastasia, già autore del murale “Gemini”, dedicato al passato contadino del borgo.

Il nuovo murale di Zoer e Giovanni Anastasia Ad Aielli il nuovo eco-murale di Negroni

Il nuovo murale di Zoer e Giovanni Anastasia


Vernice che purifica l’aria

La nuova opera, Nuru, è stata realizzata infatti con una speciale vernice in grado di purificare l'aria e assorbirne i veleni del traffico. L'opera interpreta i temi suggeriti da 600 ragazzi di tutta Italia attraverso il sondaggio online svoltosi sul sito di Negroni. Consapevolezza, passione, rispetto, equilibrio e scoperta sono risultate le parole-guida per il futuro. Il murale, coloratissimo, vuole così appresentare l’equilibrio ristabilito nel territorio di Aielli, dopo il prosciugamento del lago di Fucino in cui sorgeva, ma anche la coesistenza rispettosa di più elementi: la terra (il verde), l’uomo (il viola), l’acqua (il blu), il fuoco o il sole (l’arancione), con le figure che si riferiscono alle migliaia di vite che cercano di trovare un senso nell’organizzazione della loro vita su questa terra. «Questo muro - ha spiegato l’artista - riporta in maniera astratta lo spaccato di un territorio che ha subito varie fratture e con la sua forma accogliente, rappresenta quasi un riparo».


Per la valorizzazione del territorio

L'obiettivo dell'iniziativa dello storico brand dei salumi è quello di favorire iniziative e ricadute positive sui territori e sulle comunità locali, in un'ottica di rinnovamento culturale, sociale e ambientale. Aielli è un paesino di pietra arroccato sulle montagne d'Abruzzo, come tanti altri, quasi un presepe senza vita per l'emigrazione di prima e seconda generazione. Eppure, oggi grazie ai tanti murales è divenuto un polo d'arte visiva, miracoloso esempio di una seconda identità, grazie a qualcuno che un giorno disegnò sulla facciata di una casa un pensiero. Il comune e i giovani del borgo collaborano attivamente alla creazione di questo museo a cielo aperto con un festival annuale e anche con tre murales letterari, dedicati al libro Fontamara di Ignazio Silone (testo simbolo della rinascita del luogo), alla Costituzione Italiana (guida etica per le generazioni di ora e future) e alla Divina Commedia (opera maestra della letteratura italiana nel mondo).

Giovanni Anastasia Ad Aielli il nuovo eco-murale di Negroni

Giovanni Anastasia


La nuova vita della street art

La street art, affermatasi in tutto il mondo al pari delle più nobili forme espressive, è un fenomeno consolidato dilagato dalle periferie newyorkesi negli anni 70 come espressione libera e senza filtri, non solo di denuncia, e sempre in luoghi pubblici e quindi fruibile da tutti. Bansky, con gli stencil e le bombolette spray ne è divenuto l'alfiere. Lavora di notte e nessuno lo ha mai visto in faccia. E anche Zoer rifiuta di farsi fotografare.


Costellazioni a Borgo Universo è realizzato con la direzione artistica di PalomArt in collaborazione con Yourban 2030. Ma quest'ultimo murale di Borgo Universo vuole avere un messaggio in più non impattando sull'ambiente e con la vernice Airlite, tecnologia brevettata in grado di eliminare l’inquinamento atmosferico, contribuendo al miglioramento della qualità dell’aria. Con la stessa tecnologia nascerà presto un nuovo grande murale nella periferia di Roma ad opera di Giovanni Anastasia. La speciale eco-vernice sarà in grado di assorbire parte dell'inquinamento causato dal traffico capitolino.

 


«Per l’esordio di Costellazioni - ha detto all'inaugurazione del nuovo murale di Zoer la responsabile Marketing Salumi Negroni, Claudia Ferrari- abbiamo fortemente puntato su Borgo Universo, perché rappresenta non solo un luogo di riferimento per la street art mondiale, ma anche uno straordinario esempio di rigenerazione per mano dei giovani, che hanno saputo rilanciare un territorio attraverso una formula di successo, quella dell’arte urbana abbinata all’astronomia. Un binomio al centro anche di Costellazioni, che per questa sua prima tappa ha fornito ad Anastasia, astro nascente italiano dell’arte di strada, l’opportunità di affiancare un grande artista ed entrare così nel novero dei grandi nomi internazionali che hanno contribuito a rendere famosa in tutto il mondo la collezione di questo museo a cielo aperto».

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       



Perrier Jouet