ABBONAMENTI
 
Ros Forniture Alberghiere
Molino Quaglia
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 21 ottobre 2020 | aggiornato alle 09:08| 68695 articoli in archivio
Ros Forniture Alberghiere
Molino Quaglia
di Gianni Paternò
Gianni Paternò
Gianni Paternò
di Gianni Paternò

Un solo Tre Bicchieri al Nero d'Avola?
Difficile comprendere il giudizio del Gambero

Un solo Tre Bicchieri al Nero d'Avola? 
Difficile comprendere il giudizio del Gambero
Un solo Tre Bicchieri al Nero d'Avola? Difficile comprendere il giudizio del Gambero
Pubblicato il 03 ottobre 2017 | 12:29

Il Nero d'Avola è da sempre considerato un'eccellenza siciliana, spesso riconosciuta in diversi concorsi... eppure nella Guida Vini d'Italia del Gambero Rosso di quest'anno, il posto riservatole è davvero scarso.

Scorrendo infatti le pagine di Italia a Tavola online mi cade l’occhio sull’articolo che riporta i vini che hanno conseguito i tre  bicchieri della Guida dei Vini d’Italia 2018 del Gambero Rosso. Da buon siciliano cerco curioso l’elenco dei vini isolani. I massimi riconoscimenti sono 22, scorro l’elenco: tanta Etna, solo 2 dolci, alcuni vini sparsi. Salto dalla sedia: dove sono i Nero d’Avola? Rileggo con più attenzione e finalmente ne vedo uno, uno solo. Rimango perplesso. Mi viene il dubbio che le cantine che fanno Nero d’Avola eccellenti non abbiano inviato i campioni, solo così potrei spiegarmelo. Faccio qualche telefonata e ancor più la meraviglia mi pervade. Certo che li hanno inviati e come avrebbero potuto trascurare i vini che considerano la loro punta di diamante?

(Un solo Tre Bicchieri al Nero d'Avola? Difficile comprendere il giudizio del Gambero)

Se chiediamo a qualsiasi persona che abbia anche una minima conoscenza dei vini quale vitigno si identifica con la Sicilia sicuramente risponderà: il Nero d’Avola. È stato il vitigno che ha fatto conoscere la Sicilia enologica al mondo intero, ed un merito dobbiamo ricordarlo a Giacomo Tachis l’enologo che è stato il principale artefice di questo successo. Do uno sguardo all’edizione scorsa di un’altra guida dei vini e noto con mio piacere che sono tanti i Nero d’Avola che hanno ottenuto i massimi punteggi.

A questo punto consulto i risultati del Concours Mondial de Bruxelles, più di 8mila vini giudicati da 300 giurati, di cui da 4 anni mi onoro di esserne uno, e che, nonostante la mia modesta presenza, reputo autorevole e serio, anche perché i vini sono giudicati assolutamente alla cieca da una giuria internazionale composta da enologi, giornalisti, distributori ed esperti del vino, che quindi ha nella sua eterogeneità un fattore più universale. Altra mia meraviglia, questa volta in positivo: i Nero d’Avola hanno ottenuto ben 5 delle 6 medaglie Grande Oro, e su 18 Oro ne hanno presi addirittura 10. Significa che ancora le cantine siciliane il Nero d’Avola lo sanno coltivare, vinificare e far apprezzare.

Come mai allora ai curatori della guida questi rossi non sono piaciuti? Non discuto assolutamente sulla loro condotta morale, ma devo pensare che si fanno condizionare dal loro gusto personale se non dalle mode del momento che vedono in auge in questi anni i vini dell’Etna e comunque quelli che hanno una notevole espressione di acidità e freschezza. Ne è risultata comunque una forte penalizzazione del lavoro e della passione dei nostri vignaioli che per fortuna, nonostante il Gambero Rosso, credono, a ragione, nei loro Nero d’Avola.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


Vini dItalia vino Gambero Rosso Sicilia Tre Bicchieri Nero dAvola

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Caricamento...
Edizioni Contatto Surl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Surl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®