Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
lunedì 09 dicembre 2019 | aggiornato alle 17:42| 62476 articoli in archivio
Ros Forniture Alberghiere
Rotari
HOME     TURISMO     LIBRI
di Mariella Morosi
Mariella Morosi
Mariella Morosi
di Mariella Morosi

Salute e mobilità urbana
Il segreto è la bicicletta

Salute e mobilità urbana 
Il segreto è la bicicletta
Salute e mobilità urbana Il segreto è la bicicletta
Pubblicato il 15 novembre 2019 | 17:59

Nel suo libro “A ruota libera. Diario di un ciclista urbano, Federico Longo racconta Roma vista dalla sella del suo mezzo del quale esalta i vantaggi che è in grado di dare.

Non ci sono più dubbi sui benefici dell’uso della bicicletta per la salute: contribuisce al mantenimento del peso forma, a una migliore resistenza cardio respiratoria e, se non basta, ha un impatto favorevole sulla prevenzione di alcuni tumori e sulla depressione. È una relazione ormai assodata e sempre più l'uso del mezzo è diventato argomento di discussione anche per aspetti non prettamente sanitari o sportivi come la mobilità urbana sostenibile o il ciclo turismo.

La copertina del libro e l'autore (Salute e mobilità urbana Il segreto è la bicicletta)
La copertina del libro e l'autore

Tante le iniziative e i programmi che si sono succeduti in pochi anni: piani urbani per la mobilità dolce e servizi di bikesharing da un lato, sviluppo e promozione di percorsi ciclabili e bike hotel e campeggi attrezzati dall’altro. Muoversi, farlo in fretta e senza rischi, evitare di passare ore imbottigliati nel traffico, respirare aria pulita, poter godere dello spazio pubblico sono tra le questioni principali che riguardano le nostre città, soprattutto laddove il sistema di trasporto urbano lascia un po’ a desiderare.

Federico Longo, nel suo libro "A ruota libera. Diario di un ciclista urbano" affronta questi temi e ci racconta Roma - ma potrebbe essere qualsiasi altra città - dalla sella di una bicicletta. Si può immaginare di vivere, visitare per qualche giorno oppure solo attraversare una città sulle due ruote? Vittorio de Sica girò nel 1948 il capolavoro del cinema neorealista Ladri di biciclette nel 1948 in cui la metteva al centro di una vicenda amara quale simbolo della possibilità di riscatto sociale nei primi anni del dopoguerra. Ancora prima la Resistenza aveva consacrato il ruolo delle staffette partigiane che la usavano.

È passato molto tempo da allora e oggi bisogna ripartire quasi da zero dopo anni in cui politiche sulla mobilità inefficaci hanno determinato lo strapotere dei mezzi a motore. Il prezzo da pagare è caro: traffico congestionato, concentrazione di polveri sottili, morti sulle strade, spazio pubblico inagibile perché occupato dalle macchine. Si può invertire la tendenza e iniziare a immaginare una città a misura d’uomo e non di auto? Federico Longo racconta con un linguaggio leggero e ironico le potenzialità e i rischi (purtroppo ancora molti) di chi sceglie di muoversi in bicicletta. Lo fa attraverso racconti che mettono in luce una possibilità, quella di riprendersi il proprio spazio e il proprio tempo con l’obiettivo di lenire la pressione e le idiosincrasie che una metropoli porta inevitabilmente in sé.

Il libro ci riporta a una dimensione in cui tutti possono diventare protagonisti del proprio destino, senza sconti per chi non riesce a immaginare il cambiamento. In fondo, nonostante spesso girare per Roma con la bici sia un vero e proprio incubo, l’autore lascia aperto lo spiraglio della speranza. Con un incedere immaginifico l’autore ci racconta anche e soprattutto Roma, la magnificenza imperiale a volte bistrattata, il crogiolo di umanità che la attraversa, la vivacità e il disincanto dei suoi abitanti. La bici in fondo è solo un mezzo di trasporto, seppur il migliore.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


libri turismo tourism bici bicicletta salute benessere traffico mobilita sostenibile Federico Longo Vittorio de Sica

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160
& Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).