Sofidel Papernet
Ros Forniture Alberghiere
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
domenica 05 luglio 2020 | aggiornato alle 15:28| 66553 articoli in archivio
HOME     TURISMO     TENDENZE e SERVIZI
di Andrea Radic
di Andrea Radic

Il turismo online di Franceschini fa flop
Chiude il portale Verybello.it

Il turismo online di Franceschini fa flop 
Chiude il portale Verybello.it
Il turismo online di Franceschini fa flop Chiude il portale Verybello.it
Primo Piano del 13 gennaio 2017 | 10:08

Dopo due anni Verybello.it, voluto dal ministero dei Beni culturali, ha chiuso i battenti a causa della scarsa partecipazione. Il sito era uno dei progetti turistici per i quali erano stati stanziati 5 milioni di euro ma non è mai riuscito a decollare, complice una progettazione mediocre e ad una proposta non adatta agli stranieri

Per essere efficaci in rete non basta annunciarlo, bisogna applicarsi con professionalità e costanza, entrambe caratteristiche assenti nella mente dei guru digitali del ministro. «Verybello - strombazzava la nota del Mibact, il ministero dei Beni culturali - è un nuovo modo di viaggiare in Italia attraverso la nostra straordinaria offerta culturale. Una piattaforma digitale interattiva che, attraverso un linguaggio immediato e visivo, racconta l'Italia da un punto di vista inedito». Peccato per un lungo periodo solo in italiano.

La promozione turistica online del Mibact fa flop chiude il portale Verybello

Un portale che rientrava in un progetto di promozione turistica per il quale erano stati stanziati 5 milioni di euro. Ma il Ministro gongolava con il punto esclamativo: «In 6 ore 500mila accessi a www.verybello.it! Invieremo 3mila mail ai siti giornalistici offrendo di prendere il banner di Verybello gratuitamente. Dobbiamo sfruttare questa occasione per promuovere al massimo la nostra offerta di turismo culturale. Come speravamo, grande pubblicità da ironie, critiche e cattiverie sul web... Verygrazie!».

Il web si scatenò con la consueta ironia, soprattutto sull'infelice scelta del nome, in un inglese maccheronico («very bello») per un sito che dovrebbe raccontare le bellezze italiane. Ma anche sui contenuti del sito, giudicato dagli esperti «un ottimo esempio di come non si realizza un sito web» quanto ad accessibilità, versioni in lingua (mancava quella inglese, per un sito che dovrebbe attirare gli stranieri) e trasparenza.

Critiche che il Ministro ha bellamente ignorato correndo diritto verso la chiusura avvenuta in questi giorni. La pagina è vuota, tranne un modulo per chiedere informazioni, che però non si può inviare, e un annuncio poco affidabile che recita: «Il nuovo sito presto online». L'amministratore del dominio risulta essere Onofrio Cutaia, che poi è il direttore dello Spettacolo dal Vivo del Ministero di Franceschini. Anche da vivo il sito non era chissà che, pochi followers, pochissimi commenti, ancora ironia. Inoltre era già online il sito dell'Enit, Italia.it, anche questo "vintage" a dir poco. Ma nulla fermò la spinta digitale del turismo. Ora che il sito è morto, almeno possiamo piangere sui 35mila euro spesi (solo per la progettazione e l’ideazione)... Very triste.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


Verybello spesa pubblica Dario Franceschini sito web rete web turismo promozione turistica

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®