Sofidel Papernet
Ros Forniture Alberghiere
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 08 luglio 2020 | aggiornato alle 15:53| 66607 articoli in archivio
Sofidel Papernet
Molino Quaglia
HOME     TURISMO     TENDENZE e SERVIZI

Cartello per “clienti ebrei” in hotel
Caso diplomatico tra Svizzera e Israele

Cartello per “clienti ebrei” in hotel 
Caso diplomatico tra Svizzera e Israele
Cartello per “clienti ebrei” in hotel Caso diplomatico tra Svizzera e Israele
Pubblicato il 16 agosto 2017 | 11:03

In un hotel svizzero, all’ingresso dell’area benessere, è stato affisso un cartello che chiedeva ai clienti ebrei di farsi la doccia prima di entrare. La direttrice della struttura ha negato qualsiasi intento antisemita

A pochi giorni dal caso del cartello che indicava la toilette “per gay” in un b&b nel Salento, un altro cartello esposto in una struttura alberghiera è diventato virale in rete scatenando le proteste e l'indignazione dell’opinione pubblica. Non solo, c’è chi parla addirittura di “incidente diplomatico”. Sì, perché il cartello in questione, esposto all’ingresso dell’area benessere dell’hotel Aparthaus Paradies, nel villaggio di Arosa sulle Alpi svizzere, si rivolgeva alla clientela ebraica: «Ai nostri clienti ebrei, donne, uomini e bambini, Vi chiediamo di fare la doccia prima e dopo il bagno. Se non si seguite questa regola, saremo costretti ad escludervi dalla piscina. Grazie per la vostra comprensione».

Cartello per clienti ebrei in hotel Caso diplomatico tra Svizzera e Israele

Le autorità israeliane non sono rimaste in silenzio: il vice ministro degli Esteri Tzipi Hotovely ha chiesto le scuse ufficiali della Svizzera per «questo atto antisemita della peggior specie». «Abbiamo ribadito all’ambasciatore di Israele - ha replicato il suo omologo svizzero - che la Svizzera condanna il razzismo, l’antisemitismo e la discriminazione».

La direttrice dell’albergo, che da molti anni ha una consolidata clientela di ebrei provenienti da Regno Unito, Stati Uniti o Israele, ha subito chiarito che non c’era alcun intento antisemita e che il cartello è stato scritto in buona fede: «Abbiamo subito rimosso gli avvisi, ma non c’era alcun intento antisemita. Al momento abbiamo molti clienti ebrei e avevamo notato che alcuni non fanno la doccia prima del nuoto. Perciò, dato che gli altri clienti mi avevano chiesto di fare qualcosa, ho scritto un po’ ingenuamente quell’avviso. Avrei fatto meglio a rivolgere questa richiesta a tutti gli ospiti dell’hotel».

Ma altri clienti hanno raccontato al Times of Israel che c’era un cartello simile anche nella zona cucine: appeso ad un frigorifero, si riferiva ancora una volta ai clienti ebrei che vi conservavano i loro alimenti kosher. «Ai nostri clienti ebrei: è possibile accedere al congelatore nelle fasce orarie 10-11.00 e 16.30-17.30. Speriamo comprendiate che il nostro team non ama essere disturbato continuamente».

Avvisi che alla clientela ebrea non sono piaciuti, tanto che il Centro Simon Wiesenthal ha chiesto al ministro della Giustizia svizzero di «chiudere l’hotel dell’odio» e punirne i manager, invitando inoltre il sito di prenotazione Booking.com «a ritirare Aparthaus Paradies» dall’elenco dei suoi hotel in Svizzera.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


Aparthaus Paradies Arosa hotel Svizzera cartello clienti ebrei antisemitismo ebrei Israele incidente diplomatico piscina area benessere Tzipi Hotovely

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®