Rational
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
domenica 17 novembre 2019 | aggiornato alle 06:22| 62052 articoli in archivio
Rational
Pentole Agnelli
HOME     TURISMO     TENDENZE e SERVIZI

Turismo, a fine estate si fa il punto
Airbnb e Brexit lasciano il segno

Turismo, a fine estate si fa il punto 
Airbnb e Brexit lasciano il segno
Turismo, a fine estate si fa il punto Airbnb e Brexit lasciano il segno
Primo Piano del 17 settembre 2019 | 15:49

Un quadro complesso quello emerso da un'indagine di Confindustria Alberghi sulla bella stagione che anche quest'anno volge al termine. Un'oscillazione tra segno più e segno meno per le strutture alberghiere. A influire maggiormente le condizioni meteo, ma anche altri trend emergenti hanno un loro peso da non sottovalutare.

Facciamo quindi, seguendo Confindustria Alberghi, il punto di una situazione complessa e per nulla lineare. Prima un avvio fortemente condizionato dalle condizioni meteo, poi la stagione estiva che pare orientarsi verso la giusta direzione, fino ad agosto, che segna una brutta battuta d'arresto.

Tra Brexit e Airbnb, a risentirne le grandi città come Roma (A fine estate si tirano le somme Airbnb e Brexit lasciano il segno)
Tra Brexit e Airbnb, a risentirne le grandi città come Roma

Giugno registra un +2,5% in termini di occupazione rispetto allo stesso periodo del 2018 (+1,5% l'aumento del prezzo medio praticato per la vendita della camera); luglio conferma il trend positivo del mese precedente, seppur con un rallentamento nella crescita (+1% l'aumento dell'occupazione e sostanziale stabilità nel prezzo medio praticato). Ad agosto poi un'inversione del trend dopo due mesi positivi, soprattutto per alcune destinazioni.

Gli hotel caratterizzati da un prodotto ben identificato e un posizionamento molto forte sul mercato fanno eccezione: strutture fortemente identitarie, infatti, continuano a riscuotere successi che vanno anche oltre la destinazione dove essi sono presenti.

Poi c'è la Brexit e la crisi che porta con sé: prima la forte svalutazione della sterlina, poi, come conseguenza, la minore competitività della nostra destinazione. Tutto questo influenza negativamente le scelte dei turisti britannici: a risentirne maggiormente sono Roma, Firenze e la Toscana in generale. A questo proposito... A Roma gli albergatori denunciano un trimestre difficile, la flessione infatti c'è stata sia a luglio che ad agosto, rispettivamente del 2% e del 3% per quanto riguarda l'occupazione. Firenze è messa ancora peggio: una flessione già riscontrabile a giugno, che scende oltre il 3% tra luglio e agosto.

Poi ci sono gli affitti brevi che, in attesa di una regolamentazione, continuano a crescere. L'occhio di Airbnb conta su Roma ben 34.580 affitti, in aumento del 30,5% rispetto al primo trimestre del 2017; si parla di un'offerta che nell'ultimo anno è cresciuta del 6% in termini di occupazione e del 10% per prezzi medi praticati. Firenze ne conta 14mila (più del 57% nel centro storico) con una crescita rispetto al primo trimestre del 2017 del 51%. Questo fenomeno non fa altro che spingere verso l'alto il mercato degli affitti residenziali, soprattutto nei centri storici, con un progressivo spopolamento che rischia di danneggiare l'economia del territorio.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


turismo tourism Italia estate Brexit sterlina Airbnb affitto breve Confindustria Alberghi ospitalita struttura

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160
& Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).