Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
venerdì 22 novembre 2019 | aggiornato alle 06:18| 62165 articoli in archivio
Rational
Pentole Agnelli
HOME     TURISMO     TENDENZE e SERVIZI
di Sergio Cotti
Sergio Cotti
Sergio Cotti
di Sergio Cotti

Asti, il Festival delle Sagre
attende 300mila visitatori

Asti, il Festival delle Sagre 
attende 300mila visitatori
Asti, il Festival delle Sagre attende 300mila visitatori
Pubblicato il 07 settembre 2019 | 11:22

Questo weekend il secondo appuntamento del Settembre Astigiano. Il sindaco Maurizio Rasero risponde alle critiche di Fipe: «Bar e ristoranti faranno registrare il tutto esaurito».

Non di solo Palio vive Asti, anzi: nel fine settimana ormai alle porte la cittadina piemontese è pronta ad ospitare il Festival delle Sagre, seconda manifestazione del ricco cartellone del Settembre Astigiano. Giunto alla sua 46ª edizione, vede la piazza Campo del Palio, trasformarsi nel ristorante a cielo aperto più grosso del Mondo. Oltre 40 Pro Loco serviranno per due giorni piatti tipici locali della tradizione Monferrina.

(Asti, il Festival delle Sagre attende 300mila visitatori)
Alla rievocazione storica prenderanno parte 4mila figuranti

Il Menu della Sagra delle Sagre astigiane affonda le sue radici nel passato. Prodotti tipici locali, come gli Agnolotti al Plin al sugo di Arrosto, i Taijarin al Tartufo bianco di Asti, Acciughe con il Bagnetto, il Fritto misto alla piemontese, il Bollito Misto di Moncalvo, vino Docg come Barbera d’Asti e di Nizza e bonet o le famosissime frittelle di Cessole. Il termine “Plin” deriva dal dialetto, e vuol dire pizzicotto e proprio con questa tecnica, vengono chiusi gli agnolotti di pasta ripiena.

«Il Festival delle Sagre è la rappresentazione delle nostre origini – dice il sindaco di Asti, Maurizio Rasero – dalla tradizione enogastronomica, con la possibilità di degustare tutta una serie di prodotti locali, a quella della vita contadina: ogni anno 4mila persone sfilano in abiti originali di inizi Novecento, raccolti dai cassetti delle nonne e dalle case di campagna, che non sono andati persi col tempo».

La piazza di Asti si trasformerà in un enorme ristorante a cielo aperto (Asti, il Festival delle Sagre attende 300mila visitatori)
La piazza Campo del Palio di Asti si trasformerà in un enorme ristorante a cielo aperto

Il sindaco di Asti risponde anche alle critiche mosse dalla Fipe, la Federazione italiana dei pubblici esercizi, nei confronti delle sagre (in Italia sono circa 42mila) che, libere da alcune delle regole imposte ai ristoratori tradizionali in tema di fiscalità, igiene e sicurezza, contribuirebbero in molti casi alla crisi di tanti locali.

«Se uno viene ad Asti per le sagre, se non ha prenotato non riesce a trovare un ristorante con un posto libero. C’è gente che arriva solo per vedere la sfilata, fa magari la coda per mangiare un piatto, assaggia qualcosa poi va in un ristorante. Le 300mila persone che verranno hanno bisogno di servizi che non offre completamente la struttura del Festival delle Sagre e che possono trovare nel resto della città, a partire da bar, ristoranti e alberghi».

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


turismo tourism Maurizio Rasero asti festival delle sagre sagre fipe ristoranti palio agnolotti plin sugo di arrosto tajarin barbera prodotti tipici prodotti locali acciughe fritto misto alla piemontese

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160
& Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).