Molino Quaglia
Rotari
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
venerdì 29 maggio 2020 | aggiornato alle 15:19| 65853 articoli in archivio
HOME     TURISMO     TENDENZE e SERVIZI

Liguria, in spiaggia come steward
chi prende il reddito di cittadinanza

Liguria, in spiaggia come steward 
chi prende il reddito di cittadinanza
Liguria, in spiaggia come steward chi prende il reddito di cittadinanza
Pubblicato il 22 maggio 2020 | 17:55

L'idea dell'Anci regionale ha ottenuto il via libera del Governatore Giovanni Toti. Un'idea che avevamo già lanciato come Italia a Tavola per il settore agricolo. Non mancano già le polemiche politiche.

Lo avevamo ipotizzato per il comparto agricolo e ora quello turistico segue una linea molto simile. Stiamo parlando dell’impiego di cittadini italiani che ottengono il reddito di cittadinanza nei campi per il raccolto (agricoltura) oppure per fare gli steward all’ingresso delle spiagge (turismo). Quest’ultima idea è stata avanzata dall’Ufficio di presidenza di Anci Liguria per i Comuni avvallata dal presidente della Regione, Giovanni Toti. Del resto ogni stabilimento necessiterà di un incremento di personale per ovviare a tutte le norme di sicurezza stilate per poter aprire ai turisti.

Liguria alla ricerca di steward - Liguria, in spiaggia come steward chi prende il reddito di cittadinanza
Liguria alla ricerca di steward

Toti ha osservato: «Se chi prende il reddito di cittadinanza si rende utile, non fa male né a se stesso né al Paese. Vale per gli steward che controlleranno gli accessi nelle spiagge libere così come per la raccolta agricola in campagna. Sono persone che hanno un reddito pagato con le tasse degli italiani e quindi è giusto che quando c’è bisogno, come i lavori socialmente utili, si rendano utili». La questione diventa non solo economica e di diritti o doveri, ma anche sociale in quanto consentirebbe a quelli che passano per “mantenuti” dallo Stato di sentirsi coinvolti in un impiego utile e magari anche appagante. Sulla stessa lunghezza d’onda di Toti e dell’Anci, anche i parlamentari siciliani del Movimento 5 Stelle, Roberta Alaimo, Valentina D’Orso e Adriano Varrica.

«Come la Liguria, anche la Sicilia ha l’opportunità di impiegare i percettori del reddito di cittadinanza come steward nelle spiagge già da questa estate. L’Anci ha stilato delle linee guida per i Comuni, ora manca solo per il presidente della Regione siciliana e per i sindaci che invitiamo a recepire la proposta sostenuta dal Movimento 5 Stelle e condivisa da molte associazioni di categoria. Ci rivolgiamo quindi principalmente a Nello Musumeci e ai sindaci Leoluca Orlando (Palermo), Salvo Pogliese (Catania), Cateno De Luca (Messina) e tutti gli altri sindaci siciliani. In questa delicata fase post emergenza Coronavirus può essere utile alla cittadinanza impiegare i beneficiari del Rdc anche per attività di controllo nel territorio di ville e giardini dei nostri comuni, per disciplinare ingressi e distanziamento».

Un tema destinato a far parlare e discutere che si allinea, in qualche maniera, a quello della regolarizzazione degli immigrati per essere impiegati come braccianti nei campi; ma anche a quella relativa ai voucher, secondo qualcuno ancora sottovalutati e snobbati da un Governo che non ha voluto sentir ragione nemmeno in tempi di emergenza da virus.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


turismo tourism turisti turista spiaggia mare steward reddito di cittadinanza liguria governatore presidente giovanni toti nello musumeci leoluca orlando

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®