ABBONAMENTI
 
Ros Forniture Alberghiere
Molino Quaglia
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
venerdì 04 dicembre 2020 | aggiornato alle 00:31| 70075 articoli in archivio
Ros Forniture Alberghiere
Molino Quaglia
di Federico Biffignandi
Federico Biffignandi
Federico Biffignandi
di Federico Biffignandi

Firenze, ma quale nuova epoca
Riecco il turismo mordi e fuggi

Firenze, ma quale nuova epoca 
Riecco il turismo mordi e fuggi
Firenze, ma quale nuova epoca Riecco il turismo mordi e fuggi
Pubblicato il 29 giugno 2020 | 16:00

Nel primo weekend estivo, in città sono tornati i bivacchi nei pressi di chiese e monumenti. Cursano (Confcommercio): «Bisogna incentivare un turismo più sostenibile».

In tanti si sono chiesti, e ancora si chiedono, se e come ci cambierà il covid, se e come cambierà la società, la testa delle persone, le abitudini, le usanze. Per quanto riguarda il turismo nelle città d’arte la risposta è: non cambierà niente. E non è una stima, una previsione, un’ipotesi ma - almeno a giudicare da quanto notato nel primo vero weekend estivo del 2020 - un dato di fatto. Se inizialmente le folle sui Navigli di Milano o in Città Alta a Bergamo destavano scalpore perché incuranti delle norme anti-contagio, ora il turismo di massa mordi e fuggi tanto temuto e criticato è tornato a far notizia per i soliti vecchi motivi, quelli legati ad un decoro che viene meno per via di pranzi “volanti” da asporto consumati in ogni angolo delle città d’arte, sui sagrati delle chiese o aggrappati a monumenti storici. A fare notizia per prima è stata Firenze, presa d’assalto nell’ultima domenica di giugno come non si vedeva da tempo.

Firenze affollata di domenica -
Firenze affollata di domenica

Qualcuno ha ribattezzato “mangificio” Firenze e i suoi luoghi clou, qualcun altro “turismo di iperprossimità”, ma il concetto resta sempre lo stesso: accalcati in ogni dove, i turisti hanno “visitato” Firenze come fossero in fiera. Niente di nuovo, ma sorprendente considerando che dopo il covid ci si aspettava un po’ più di educazione e rispetto di tutto e di tutti e ora è pure lecito pensare che situazioni simili si vivranno anche nelle altre città storicamente vittime di questo “turismo”, come Venezia, Roma, ma anche Milano. E dire che fino a pochi giorni fa le vie delle città d'arte erano deserte anche nei weekend.

«Purtroppo abbiamo assistito ad un ritorno di quel turismo che non ci piace - ha spiegato Aldo Cursano, presidente di Confcommercio Firenze - fatto di improvvisazione, rapidità, fretta, un turismo che non ha una linearità, una compostezza, una logica. È un modello di turismo estemporaneo che non è in linea con quel progetto che tutti stiamo cercando di costruire volto al dare valore al tempo, alla permanenza, al vivere la città in modo nuovo e composto perché questo momento di crisi ci ha riportato tutti a rimettere in discussione i nostri modi e metodi di vivere. Città come Firenze non riescono ancora a creare un modello nuovo di accoglienza che convincano il turista a restare più di un giorno così da valorizzare e assaporare l’esperienza di una visita ad una città storica e piena di attrattive come Firenze che necessita di essere vissuta, sentita, conosciuta».

Aldo Cursano -
Aldo Cursano

«Quello che abbiamo visto nel weekend - ha proseguito Cursano - è un turismo sbragato, senza prenotazioni, affollato nei soliti luoghi e nelle solite strade. I picchi di due giorni, nel weekend, mettono in crisi la città che non è strutturata per sopportarli anche perché non tutte le forze lavorative sono attive. Queste sono situazioni che devono stimolarci ancor di più per ripartire con metodologie condivise per portare i turisti a frequentare luoghi di arte e cultura che anche durante la settimana riescono a dare il meglio di sé stessi. La città deve rimodulare la propria offerta stando a quella che è la domanda che non ha grande potere di spesa, se i costi non sono adeguati il turismo continuerà ad essere così. Bisogna riportare giovani e famiglie a Firenze e le imprese non devono essere lasciate sole, se la locazione commerciale è da decine di migliaia di euro, se la pressione fiscale è asfissiante anche il costo di un gelato esplode».

La piccola nota positiva è che comunque la gente ha voglia di muoversi, ma l’invito forte è quello di dilatare sui sette giorni gli arrivi con offerte promozionali più forti. Anche perché i numeri restano comunque drasticamente inferiori all’anno scorso: gli ingressi al Duomo a maggio 2019 erano stati un milione e 200mila, quest’anno 20mila.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


turismo tourism firenze monumento turisti confesercenti confcommercio fast food covid bivacchi milano bergamo navigli mordi e fuggi estate Aldo Cursano

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Surl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Surl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®