Rotari
Rational
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
giovedì 02 aprile 2020 | aggiornato alle 21:28| 64568 articoli in archivio
Rotari
Rational
HOME     TURISMO     TERRITORIO

Bergamo tutela il decoro dei borghi
No a bazar, gelaterie e fast food

Bergamo tutela il decoro dei borghi 
No a bazar, gelaterie e fast food
Bergamo tutela il decoro dei borghi No a bazar, gelaterie e fast food
Pubblicato il 04 dicembre 2017 | 10:02

Regione Lombardia scende in campo per tutelare le aree con valore archeologico, storico, artistico e paesaggistico. Tra queste c’è Bergamo Alta, dove non apriranno più gelaterie, fast food o pizzerie senza posti a sedere.

Il documento indica con precisione quali attività potranno aprire tra i vicoli di Città Alta e quali no. La lista è piuttosto lunga e intricata: non potranno aprire neanche gelaterie, sexy shop, rosticcerie, tavole calde, paninoteche, bazar non alimentarie e attività che propongono chincaglierie col chiaro intento di preservare il decoro di quello che rappresenta una delle maggiori attrazioni turistiche per la città che, per altro, si prepara a sfruttare la nomina delle Mura a Patrimonio Unesco.

(Bergamo tutela il decoro dei borghi No a bazar, gelaterie e fast food)

Il sindaco di Bergamo Giorgio Gori ha fatto sapere che si tratta di interventi di tutela che vengono attuati in via sperimentale per un anno e mezzo, ma l’intenzione è quella di confermarli a tempo indeterminato. Le regole, inoltre, entreranno in vigore entro la fine del 2017 dopo che il Consiglio Comunale avrà votato favorevolmente.

Città Alta tuttavia non è il solo Borgo che viene toccato dal documento, perché anche i commercianti di Borgo Pignolo, Santa Caterina e Borgo Palazzo dovranno rispettare alcune norme. In particolare le indicazioni riguardano le vetrine dei negozi che dovranno inserirsi in modo consono al contesto architettonico e artistico del luogo in cui si trovano.

Nei borghi, gli interni dei negozi dovranno anche essere illuminati in modo da non alterare le condizioni dello spazio pubblico circostante. I proprietari di locali sfitti hanno invece l’obbligo di oscurare le vetrine con modalità e materiali tali da rispettare il decoro estetico dell’edificio. Non potranno essere affissi sulle vetrine manifesti, volantini e avvisi vari. Unica eccezione: le comunicazioni per spiegare che l’attività commerciale si è trasferita oppure per dire che il locale è in vendita o in affitto. Le vetrine, poi, devono essere utilizzate per la loro funzione originaria di esposizione: non possono essere oscurate da pannelli o pellicole coprenti e sulle vetrine non vanno appoggiate scaffalature per lo stoccaggio delle merci.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


Bergamo Citta Alta decoro borgo storico fast food gelateria rosticceria pizzeria regolamento Giorgio Gori Regione Lombardia

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Surl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®
Edizioni Contatto Surl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®