Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 22 ottobre 2019 | aggiornato alle 18:10| 61589 articoli in archivio
Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
HOME     VINO     AZIENDE e CANTINE
di Alberto Lupini
direttore
Alberto Lupini
Alberto Lupini
di Alberto Lupini

Di Sipio, produttori di vino
fra tradizione e innovazione

Di Sipio, produttori di vino 
fra tradizione e innovazione
Di Sipio, produttori di vino fra tradizione e innovazione
Pubblicato il 04 giugno 2019 | 15:43

Una tenuta che si estende su 70 ettari, di cui la metà vitati, a 300 metri di altitudine, tra le vette della Maiella e il mare Adriatico.

Siamo a Ripa Teana, in provincia di Chieti, ed è qui che sorge l’Azienda vinicola Nicola Di Sipio. Una cantina che punta sull’abbinamento tra i vitigni autoctoni e quelli innovativi per il territorio.

Uno scorcio della tenuta della famiglia Di Sipio (Di Sipio, produttori di vino fra tradizione e innovazione)
Uno scorcio della tenuta della famiglia Di Sipio

«Fin dall’inizio - spiega Giulia Di Sipio, parlando dell’azienda di famiglia - abbiamo sposato l’idea che fare vino fosse la tradizione di una storia, di un territorio, di una cultura con la sperimentazione e l’audacia di chi lo produceva. Come famiglia abbiamo sempre prodotto un po’ di vino, poi ci è voluta un po’ di audacia da parte di mio zio di volersi lanciare in questo progetto per passione e per riqualificare un territorio che a noi è sempre stato caro».

Giulia Di Sipio (Di Sipio, produttori di vino fra tradizione e innovazione)
Giulia Di Sipio

Circa 6250 piante per ettaro, con una produzione media di 70 quintali, per un totale di circa 200mila bottiglie: questi i numeri della produzione dell’Azienda che, pur avendo investito molto sulla riqualificazione della struttura, tanto da essere considerata una delle più innovative, ancora oggi si affida alla preziosa raccolta manuale delle uve. Tante le tipologie di vino: Riesling (Renano) Igp Terre di Chieti; Bianco (Pecorino, Trebbiano, Falangina) Igp Colline teatine; Bianco millesimato (Pecorino, Trebbiano e Falangina) Igp Colline eatine; Cerasuolo d’Abruzzo dop (Montepulciano), Montepulciano d’Abruzzo dop e Montepulciano D’Abruzzo dop riserva; Spumante metodo classico (Chardonnay 60% Pinot nero) Di Sipio brut, e Spumante metodo classico (Pinot nero 80% Chardonnay) Di Sipio spumante metodo classico.

«Un grande sogno di mio zio - continua Giulia Di Sipio - era quello di voler produrre delle bollicine metodo classico. Quindi parte delle nostre attività produttive sono state dirette a far sì che questo sogno potesse avverarsi con un livello qualitativo elevato e soddisfacente per il nostro target.  Oggi possiamo stappare questo sogno».

Assenti dai supermercati, più della metà delle bottiglie viene venduta all’estero: «Per scelta abbiamo deciso si orientarci verso un mercato di appassionati - dice ancora Giulia Di Sipio - oltre che si specialisti del settore. Quindi oggi le nostre bottiglie vanno per il 60% all’estero e per il 40% in Italia. Non siamo presenti nella grande distribuzione, ma privilegiamo il canale Horeca e quello privato».

Per informazioni: www.aziendanicoladisipio.com

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


vino wine cantina di sipio nicola di sipio giulia di sipio horeca vendemmia tenuta abruzzo vini abruzzo consorzio tutela vini abruzzo montepulciano cerasuolo pinot nero falanghina chardonnay riesling bollicine metodo classico vino bianco vino rose vino rosso red wine

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160
& Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).