Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 19 gennaio 2022 | aggiornato alle 15:57 | 81122 articoli in archivio

Ripartiamo dal vino: Brunello di Montalcino Docg Riserva Poggio All’Oro 2013 Banfi

Gioiello della famiglia Banfi, il Brunello Poggio all’Oro viene prodotto da singolo vigneto ed esclusivamente nelle grandi annate. Un vino particolarmente elegante e dalla personalità complessa

18 aprile 2021 | 09:30

Ripartiamo dal vino: Brunello di Montalcino Docg Riserva Poggio All’Oro 2013 Banfi

Gioiello della famiglia Banfi, il Brunello Poggio all’Oro viene prodotto da singolo vigneto ed esclusivamente nelle grandi annate. Un vino particolarmente elegante e dalla personalità complessa

18 aprile 2021 | 09:30

Banfi nasce nel 1978 grazie alla volontà dei fratelli italoamericani John e Harry Mariani. Sin dall'inizio i due fratelli prevedono un progetto su larga scala, integrando una produzione viticola di qualità con una cantina moderna con l'obiettivo di mantenere sempre alto il livello qualitativo dei vini prodotti. A fianco della famiglia Mariani, Ezio Rivella, uno dei più grandi enologi italiani, il quale ritiene subito che per la ricchezza della natura del suolo e la privilegiata posizione microclimatica, i territori acquisiti avrebbero avuto grosse potenzialità di sviluppo. La tenuta Banfi si estende a sud di Montalcino, al confine con la Val d’Orcia. I 2.830 ettari di proprietà sono coltivati per circa un terzo a vigneto, il resto è occupato da oliveti, frutteti (in prevalenza susini), bosco e terreni incolti.

Progetto volto alla valorizzazione delle più pregiate denominazioni del basso Piemonte, Banfi Piemonte rappresenta la perfetta unione tra secolare tradizione spumantistica e l’esperienza enologica maturata dall’azienda. La proprietà si estende tra i comuni di Novi Ligure e di Acqui Terme, su una superficie di 50 ettari, di cui 46 a vigneto. L’amore per la Toscana ha recentemente avvicinato Banfi a territori nuovi, tra i più vocati della regione: Bolgheri, dove la piccola tenuta fonde la leggendaria storia degli Etruschi alla produzione del Bolgheri Doc, la Maremma, territorio dedicato alla produzione del Vermentino, e il Chianti, in uno dei territori privilegiato per la nascita del Chianti Classico.

Vino degustato: Brunello di Montalcino Docg Riserva Poggio All’Oro 2013 Banfi

Gioiello della famiglia Banfi, il Brunello Poggio all’Oro viene prodotto da singolo vigneto ed esclusivamente nelle grandi annate. Il suolo su cui crescono le viti di uva Sangiovese è sviluppato su sedimenti argillo-limosi bruni con pietre e ciottoli di natura diversa, di origine calcarea, ben strutturati e ben drenanti. Il sistema di allevamento è il cordone speronato. La fermentazione avviene a temperatura controllata (25-30°C) in tini combinati in acciaio e rovere francese Horizon. Affinamento al 70% in botti di rovere francese da 60 e 90 hl e 30% in barrique di rovere francese da 350 l per 2 anni e 6 mesi. Il risultato è un Brunello Riserva particolarmente elegante e dalla personalità complessa. Al naso si avvertono sentori che si palesano piano piano, dalla liquirizia al caffè, alla confettura di prugne e al tabacco, per terminare con una leggera nota di viola. La struttura raffinata è in perfetto equilibrio con la parte acida, che sostiene in modo eccellente la lunga persistenza.

£$Ripartiamo dal vino$£ Brunello di Montalcino 2013 Banfi
Brunello di Montalcino Docg Riserva Poggio All’Oro 2013 Banfi


Per informazioni: www.banfi.it


Paolo Porfidio è laureato in enologia e lavora come head sommelier al ristorante Terrazza Gallia, al settimo piano dell’Excelsior Hotel Gallia di Milano. Si è classificato primo nel sondaggio “Personaggio dell’anno 2019 - Premio Italia a Tavola” nella categoria Sala e Hotel. Grande è la sua popolarità nel mondo professionale e sui social network, tanto che nel sondaggio è risultato il candidato più votato in assoluto tra tutte le categorie. Di recente è stato nominato coordinatore di Aspi (Associazione sommellerie professionale italiana) Milano.

Paolo Porfidio al Terrazza Gallia
Paolo Porfidio al Terrazza Gallia

© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali