Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
lunedì 27 settembre 2021 | aggiornato alle 12:41 | 78170 articoli in archivio

Frascati Superiore Docg guarda al futuro Investimenti in vista per il salto di qualità

di Antonio Stanzione
01 giugno 2018 | 12:24

Frascati Superiore Docg guarda al futuro Investimenti in vista per il salto di qualità

di Antonio Stanzione
01 giugno 2018 | 12:24

Si è svolta a Roma, presso l’Enoteca Regionale del Lazio, nella centralissima via Frattina, una serata tesa a valorizzare il territorio laziale e dedicata alla denominazione Frascati Superiore Docg.

Si è svolta a Roma, presso l’Enoteca Regionale del Lazio, nella centralissima via Frattina, una serata tesa a valorizzare il territorio laziale e dedicata alla denominazione Frascati Superiore Docg.

Ad accogliere gli invitati e a raccontare il Lazio, ma soprattutto i suoi vini Frascati, sono stati l’amministratore unico dell’Arsial (Agenzia regionale per lo sviluppo e l’innovazione dell’agricoltura del Lazio) Antonio Rosati; l’assessore regionale all’Agricoltura, Enrica Onorati; il sindaco di Frascati, Roberto Mastrosanti; il presidente del Consorzio Tutela Denominazioni Vini Frascati, Paolo Stramacci e il vicepresidente, Danilo Notarnicola.

(Frascati Superiore Docg guarda al futuro Investimenti in vista per il salto di qualità)

Il Consorzio Vini Frascati ha avuto così l’occasione di presentare il territorio e l’impegno delle aziende, per lo più piccole e medie, che spingono i propri prodotti verso una fascia qualitativa sempre più elevata.

Gli investimenti in questo lembo di terra vulcanica, alle porte della città eterna, sono sempre maggiori, crescono di anno in anno ed in maniera direttamente proporzionale cresce la qualità dei vini prodotti.

(Frascati Superiore Docg guarda al futuro Investimenti in vista per il salto di qualità)

Le istituzioni stanno facendo la propria parte mettendo in campo una serie di iniziative volte al sostegno e alla valorizzazione dell’intera filiera; diverse sono le realtà che si sono convertite al biologico e ciò testimonia una crescente attenzione all’ambiente.

Secondo l’assessore regionale all’Agricoltura Enrica Onorati il buon momento e le punte di eccellenza toccate dai vini della denominazione devono fare da traino per l’intera filiera agroalimentare del territorio, dando nuova linfa ad un settore ancora poco sviluppato nel Lazio e nella provincia di Roma, l’enoturismo. Le istituzioni tutte hanno deciso di remare nella stessa direzione, quella della valorizzazione e della promozione del marchio Frascati, ben consci che un’affermazione sempre più forte di tale marchio determinerebbe un grande ritorno produttivo ed economico per l’intero territorio.

(Frascati Superiore Docg guarda al futuro Investimenti in vista per il salto di qualità)

La sede dell’evento non è stata scelta a caso, l’Enoteca Regionale del Lazio, affidata alla gestione privata di Vyta di Nicolò Marzotto, ha recentemente riaperto i battenti con uno scopo non solo commerciale, ma anche e soprattutto di diffusione della cultura e di formazione sui vini e olii del Lazio, sulla cucina ed i prodotti tipici del territorio, buona parte dei quali sono stati serviti a seguito della conferenza e degustati in abbinamento ai diversi vini messi a disposizione dal Consorzio del Frascati.

Queste iniziative, dove tutti gli attori recitano seguendo lo stesso copione, sono quelle che realizzano progetti importanti e ambiziosi. L’aspettativa è che questa manifestazione sia solo un primo passo verso la promozione e la valorizzazione sistematica e programmata di un territorio ricco di storia, cultura e tradizione.

Per informazioni: www.consorziofrascati.it

© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali