Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 17 aprile 2024  | aggiornato alle 18:29 | 104661 articoli pubblicati

Olio di oliva: consigli per la stampa delle migliori etichette

Etichettatura olio oliva essenziale per info e design attraente. LabelDoo ideale per etichette personalizzate resistenti. Normative italiane precise su contenuti.

 
27 marzo 2024 | 15:52

Olio di oliva: consigli per la stampa delle migliori etichette

Etichettatura olio oliva essenziale per info e design attraente. LabelDoo ideale per etichette personalizzate resistenti. Normative italiane precise su contenuti.

27 marzo 2024 | 15:52
 

Come sanno bene i produttori del settore oleario, l’etichettatura dell’olio di oliva è importante per diversi motivi. Prima di tutto, l’etichetta deve garantire ai consumatori la possibilità di ottenere tutte le informazioni utili sul prodotto in bottiglia, riportando anche alcune normative specifiche che tutelano questa eccellenza italiana. In secondo luogo l’etichetta è fondamentale per attirare l’attenzione del cliente. È utile, quindi, lavorare bene sul suo design anche in funzione della stampa.

Per i produttori di olio d’oliva alla ricerca di un partner affidabile e professionale per la stampa delle etichette, LabelDoo rappresenta una scelta ideale. L’etichettificio offre la possibilità di realizzare etichette per olio extravergine personalizzate tramite il servizio di stampa online. Le etichette vengono fornite in bobina, la soluzione migliore per le aziende, che garantisce grandi margini di personalizzazione e rende più semplice la successiva applicazione alla bottiglia.

Olio di oliva: consigli per la stampa delle migliori etichette

Riguardando un prodotto piuttosto pregiato, le etichette per l’olio d’oliva devono essere realizzate con cura e precisione, sia per quanto riguarda la grafica e i colori, sia per il contenuto e le informazioni riportate. Va scelto con grande attenzione anche il materiale di stampa utilizzato, il quale deve essere antimacchia e molto resistente agli agenti esterni che potrebbero compromettere l’integrità dell’etichetta.  

Norme e regole per l’etichettatura dell’olio di oliva

In Italia esistono normative ben precise che regolano l’etichettatura e il packaging dei prodotti alimentari, e in particolare per l’olio di oliva, la cui etichetta deve riportare obbligatoriamente una serie di informazioni chiare e dettagliate.

Si tratta di dati che devono essere presenti sull’etichetta in maniera da risultare indelebili. La normativa richiede una conoscenza approfondita di tutti gli obblighi correlati all’olio extravergine, e una volta stabiliti i dati essenziali è importante che essi siano riportati in etichetta anche in modo leggibile. Si tratta infatti di informazioni che le persone devono poter consultare con semplicità, per questo devono essere chiare e trasparenti.

Suggerimenti per realizzare un’etichetta a regola d’arte

Per ottenere un risultato piacevole e per rispettare al contempo la normativa, è necessario curare la progettazione dell’etichetta sia per quanto riguarda l’estetica che la stampa. Un’etichetta di un prodotto particolare come è l’olio di oliva deve essere di forte impatto visuale grazie alla scelta di colori, decorazioni ed elementi grafici in linea con l’identità visiva del brand.

Il formato delle etichette può essere classico, personalizzato o addirittura fronte-retro: LabelDoo mette a disposizione diverse opzioni online, a seconda delle necessità. Sempre consigliata, invece, è l’aggiunta della plastificazione o verniciatura, lavorazioni indicate per conferire resistenza all’etichetta e per proteggerla da eventuali macchie di unto, inevitabili dopo l’apertura della bottiglia.

L’olio sull’etichetta, infatti, può facilmente comprometterne l’integrità e il colore, così come la tenuta della stampa e dell’inchiostro, riducendo la leggibilità delle informazioni. Per evitare ciò, oltre a verniciatura e plastificazione, è opportuno scegliere prima di tutto un supporto di stampa idoneo, in grado di resistere ai grassi.

Tra i materiali migliori in tal senso vi sono: i polipropileni, che per natura non assorbono né olio né grassi; la carta patinata antiolio e la più raffinata Tintoretto gesso antiolio.

Molto utile per orientarsi nella scelta del materiale giusto è avere a disposizione un campionario carte con i supporti da vedere dal vivo e toccare con mano. A riguardo LabelDoo offre gratuitamente il proprio campionario ai produttori di olio, e in generale ad aziende e qualunque professionista con partita Iva.

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       



Schar

Consorzio Barbera Asti
Electrolux
Mulino Caputo