Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 22 maggio 2024  | aggiornato alle 00:55 | 105318 articoli pubblicati

Roero
Salomon FoodWorld
Roero

Molini Pivetti tra farine novità, formazione ed economia circolare

La linea Special sviluppa 5 referenze per pizze dall’identità territoriale. Vengono spiegate ai professionisti Horeca con tour e appuntamenti dedicati. Intenso e sostenibile il legame con terra e ambiente

 
18 settembre 2023 | 17:39

Molini Pivetti tra farine novità, formazione ed economia circolare

La linea Special sviluppa 5 referenze per pizze dall’identità territoriale. Vengono spiegate ai professionisti Horeca con tour e appuntamenti dedicati. Intenso e sostenibile il legame con terra e ambiente

18 settembre 2023 | 17:39
 

Molini Pivetti sempre più a fianco dei professionisti Horeca. Con la nascita del Progetto Foodservice l’azienda di Renazzo (Fe), sul mercato dal 1875, ha dato vita alla linea di farine Special. Un lavoro di ricerca e sviluppo che ha visto riunito un gruppo di formazione ed esperti, sotto la guida del proprio team di tecnici professionisti, per la creazione di 5 nuove referenze. Farine ideali per pizza Napoletana, pizza alla pala e in teglia, pizza Emiliana e per preimpasti. Si tratta di Nafavola, farina di grano tenero Tipo 0 in due varianti, W270 e W320. Unica nel suo genere, è perfetta per ottenere un'autentica pizza Napoletana, tradizionale o innovativa. Nafavola 270 è una composizione studiata per ottenere un impasto leggero e scioglievole, dall’alveolatura sviluppata che garantisce una straordinaria esplosione del cornicione ed è consigliata per impasti diretti con 10-26 ore di lievitazione. Nafavola 320 ha invece una “forza” di W320 per donare resistenza ed elasticità durante l’impasto e una migliore struttura durante la lievitazione. È consigliata per impasti con 26-72 ore di lievitazione.

Molini Pivetti tra farine novità, formazione ed economia circolare

La farina Nafavola

La farina “Maggica”, Tipo 0, è stata studiata invece per la pizza alla pala e in teglia e la Tipo 00 “Sorboleper la tipica pizza croccantina emiliana. In aggiunta, Incanto è la farina di Tipo 0 con germe di grano, che conferisce aromi e profumi. Una farina specifica per preimpasti Biga e Poolish, impasti diretti e per il rinfresco del lievito madre. Un prodotto che permette di mantenere la giusta fermentazione dalle 18 alle 48 ore. Una farina dalle grandi virtù, che può essere utilizzata singolarmente o miscelata alle altre.

I maestri supportano i professionisti

I team specializzati in grado di supportare i pizzaioli sono guidati dai maestri Vincenzo Iannucci per la pizza Napoletana e da Federico Perrone per quella in teglia e la Emiliana. Figure autorevoli, in grado di comprendere le specifiche esigenze dei pizzaioli. I professionisti dell’Horeca sono infatti sempre più alla ricerca dell’eccellenza per la realizzazione di prodotti differenzianti, a livello di territorialità e di processo di lavorazione.

Molini Pivetti tra farine novità, formazione ed economia circolare

Vincenzo Iannucci e Gianluca Pivetti

Ecco allora una linea che nasce da una profonda conoscenza delle tecniche utilizzate in pizzeria, che garantisce facile lavorabilità e nel prodotto finale scioglievolezza ed elasticità, assorbimento, croccantezza e fragranza. Valore aggiunto di grande rilievo anche il fatto che Molini Pivetti garantisce agli operatori supporto tecnico e affiancamento.

Pivetti Lab on tour

Su questa linea, sono stati sviluppati gli appuntamenti Pivetti Lab on tour. Si tratta di incontri dedicati ai professionisti e organizzati in occasione di fiere o presso i distributori territoriali, ma anche direttamente nei laboratori di produzione del mondo Horeca. Una presenza capillare sul territorio che Molini Pivetti ha fortemente voluto per far toccare con mano queste novità e per mostrarne l’innovazione, la qualità, la facile lavorabilità e la versatilità in termini di prodotto finale. Grazie alla collaborazione con i distributori, Pivetti Lab ha già fatto tappa in diverse regioni italiane. Molini Pivetti sarà inoltre presente nelle più importanti fiere del settore.

L'esigenza di sentire vicina l'azienda

«Il mercato ci sta dando grandi soddisfazioni grazie alle linee, nuove o rinnovate, di farine dedicate al Foodservice: pizzeria, pasticceria, pasta fresca e panificazione - spiega Tonia Sorrentino, responsabile marketing di Molini Pivetti - Il professionista, però, ha sempre di più l’esigenza di sentire al suo fianco un’azienda capace di offrire, oltre al prodotto di qualità, anche la formazione per valorizzarlo al meglio, per trasferire appieno le peculiarità di ciascuna referenza e le sue performance in modo da poterla utilizzare in maniera efficace e completa».

Il legame con la terra

Un’azienda tenacemente ancorata al territorio. A tal punto che il legame con la terra è diventato protagonista di una sezione del sito internet di Molini Pivetti: è on line, infatti, una nuova area web (www.molinipivetti.it/azienda-agricola/ ) che racconta e approfondisce tutto ciò che l’azienda coltiva in linea con i suoi 4 pilastri della sostenibilità: agricoltura, territorio, responsabilità e squadra. La nuova sezione presenta i terreni: 400 ettari complessivi di proprietà dell’agricola Pivetti. Navigando nella nuova sezione del sito gli utenti potranno scoprire le colture cerealicole, il frutteto e il vigneto. Oltre 350 ettari di buona terra emiliana, situati tra la provincia di Bologna e Ferrara, sono destinati alla coltivazione di cereali come grano tenero, mais e soia, anche bio, utilizzando sia tecniche di coltivazione convenzionale, per le principali filiere del grano tenero, sia tecniche di coltivazione che garantiscono prodotti biologici. È in questi campi che la sostenibilità secondo Molini Pivetti trova massima espressione e concretezza. Parte dell’area colturale, infatti, è da tempo sotto il marchio “Campi Protetti Pivetti”, cui si è aggiunto, più di recente, anche “Campi Protetti Pivetti Sostenibile” con ciò identificando la filiera aziendale controllata e certificata dall’ente internazionale Csqa, a garanzia della totale salubrità dei grani usati per la produzione delle farine.

Il progetto di economia circolare

La politica di attenzione a ogni aspetto della filiera ha portato inoltre Molini Pivetti all'acquisizione di un impianto di biogas, un passo significativo verso una visione sostenibile e un'economia circolare. Si trova a pochi chilometri dal mulino, tra i campi di Palata Pepoli, in provincia di Bologna. La scelta di acquisire un impianto di biogas per creare energia a partire dai sottoprodotti autorizzati delle aziende della holding è una messa in pratica della visione sostenibile. L'impianto sfrutta il processo di digestione anaerobica per convertire la materia organica in gas metano, che può essere utilizzato per generare energia elettrica. Questo approccio è ecologicamente vantaggioso perché riduce l'emissione di gas serra, come l'anidride carbonica e il metano, che altrimenti verrebbero rilasciati nell'atmosfera durante la decomposizione dei sottoprodotti organici. Inoltre crea un ciclo di produzione circolare all'interno dell’azienda molitoria poiché diventano la materia prima per generare energia, che a sua volta può essere utilizzata per alimentare le attività dell'azienda stessa. Questo riduce la dipendenza dalle fonti energetiche tradizionali e contribuisce alla riduzione dell'impatto ambientale complessivo.

Molini Pivetti vi aspetta

Questo il calendario delle presenze del molino emiliano. Anuga, a Colonia dal 7 al 11 ottobre prossimi, Sigep, in programma dal 20 al 24 gennaio 2024 a Riminifiera, Gulfood, a Dubai dal 19 al 23 febbraio presso il Dubai World Trade Centre, Alimentaria, in Fira Barcelona dal 12 al 15 marzo, e Cibus, in programma dal 7 al 10 maggio a Parma.

Contatto verde per i distributori

Tutti i distributori agroalimentari che fossero interessati a ospitare un evento o una demo di Molini Pivetti dedicata al Foodservice possono farne richiesta scrivendo a customerservice@pivetti.it

Molini Pivetti
via Renazzo 67 – 44045 Renazzo (Fe)
Tel 051 900003

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       


Consorzio Barbera Asti
Cosi Com'è
Festival Brodetto 2024
Elle & Vire

Consorzio Barbera Asti
Cosi Com'è
Festival Brodetto 2024

Elle & Vire
Senna
Mulino Caputo