Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 25 gennaio 2022 | aggiornato alle 16:00 | 81286 articoli in archivio

Taglienti "sposa" l'agnello gallese Un menu per esaltarne le qualità

Sapore e tenerezza: due qualità della carne ovina del Galles certificata Igp che piacciono ai ristoratori italiani. Hcc, l'ente che promuove le carni rosse gallesi, è attento anche ad ambiente e sostenibilità.

10 marzo 2020 | 12:39

Taglienti "sposa" l'agnello gallese Un menu per esaltarne le qualità

Sapore e tenerezza: due qualità della carne ovina del Galles certificata Igp che piacciono ai ristoratori italiani. Hcc, l'ente che promuove le carni rosse gallesi, è attento anche ad ambiente e sostenibilità.

10 marzo 2020 | 12:39

Buona parte degli italiani preferiscono acquistare e consumare la carne ovina in occasione delle festività, diverso è per ristoratori e cuochi che difficilmente fanno mancare nei loro menu almeno un piatto a base di agnello. Questo perché si tratta di una carne che ha sì grandi proprietà organilettiche, ma che allo stesso tempo permette di spaziare con la creatività in cucina.

Costoletta di Agnello Gallese Igp, asparago e tartufo nero - Taglienti ai fornelli per esaltare la qualità dell'Agnello gallese Igp

Costoletta di Agnello Gallese Igp, asparago e tartufo nero

Proprio per questo motivo Hcc, l'ente che promuove le carni rosse gallesi, da anni è a fianco della ristorazione: per offrire agli operatori il meglio dei suoi prodotti. L'Agnello gallese Igp è apprezzato da molti cuochi in Italia per la sua tenerezza, il gusto e la versatilità che contraddistinguono la carne ovina made in Wales.

«Ci apprestiamo a vivere una nuova stagione sul mercato italiano - ha spiegato Jeff Martin, responsabile Italia di HCC - e il canale della ristorazione continua ad essere molto importante per noi. Chef e ristoratori riconoscono nel Welsh Lamb un sapore e una tenerezza davvero unici, oltre a una qualità costante che permette loro di offrire al consumatore un piatto sempre all’altezza».

In Italia l'ente gallese collabora con i principali rivenditori per il food service e tramite di essi raggiunge diversi ristoranti lungo tutta l'Italia.

Luigi Taglienti esalta le caratteristiche dell'Agnello gallese Igp - Taglienti ai fornelli per esaltare la qualità dell'Agnello gallese Igp
Luigi Taglienti esalta le caratteristiche dell'Agnello gallese Igp

In un recente evento, ad esempio, per dar prova delle qualità del Welsh Lamb, è stato chiamato lo chef una stella Michelin Luigi Taglienti del Ristorante Lume di Milano. Taglienti ha dato vita a un menu di quattro portate per esaltare le caratteristiche di questa carne:
  • Costoletta di Agnello Gallese Igp, asparago e tartufo nero
  • Filetto in sella di Agnello Gallese Igp, cipolla bianca e pompelmo rosa
  • Tacos di spalla di Agnello Gallese Igp e aromaticità
  • Pancia di Agnello Gallese Igp in salsa italiana
A sugello di questa iniziativa, Stefano Campanaro, responsabile settore Carni per la Selecta, ha commentato: «Intraprendere questo progetto volto alla valorizzazione dell'Agnello gallese Igp al fianco del Consorzio di Tutela, che ringrazio per la fiducia accordataci, è per noi motivo di grande orgoglio. Siamo convinti che questa collaborazione possa avvicinare ulteriormente la ristorazione più sensibile ai prodotti di grande qualità e identità a questa pregiata materia prima, facendone conoscere i segreti, la versatilità e l'indiscussa qualità. Questo obiettivo rispecchia la Mission di Selecta, che da oltre 30 anni si pone come collegamento diretto tra i migliori produttori alimentari ed i più esigenti professionisti della ristorazione».

Tacos di spalla di Agnello Gallese Igp e aromaticità - Taglienti ai fornelli per esaltare la qualità dell'Agnello gallese Igp
Tacos di spalla di Agnello Gallese Igp e aromaticità

Il Galles è un Paese naturalmente vocato per l’allevamento ovino: le montagne e le valli, il mare che bagna le sue coste, le piogge frequenti e l'erba rigogliosa permettono agli agnelli di crescere in armonia con l’ambiente circostante. Qui, gli ovini si cibano principalmente di ciò che la natura ha da sempre previsto per loro, l’erba, e crescono seguendo il ritmo delle stagioni. Ecco perché l’Agnello gallese si trova in maniera massiccia dall’inizio dell’estate fino alla fine dell’inverno: è in questa stagione che la carne ovina gallese Igp dà il meglio di sé in termini di gusto, tenerezza e succulenza.
    
I produttori gallesi, inoltre, utilizzano le più innovative tecniche di macellazione e perfezionano regolarmente i tagli per soddisfare le richieste di ristoratori e chef. Per questo motivo l’Agnello gallese viene esportato in oltre 20 Paesi in tutto il mondo.

Tutto questo senza dimenticare importanti tematiche quali l’ambiente e la sostenibilità. Conclude Martin: «Il rispetto dell’ambiente e la garanzia di una produzione sostenibile sono i messaggi che i consumatori vogliono sempre più sentire. Oggi il consumatore può scegliere fra diversi tipi di carne provenienti da tutto il mondo: è importante per noi far sapere che con le buone pratiche agricole messe in atto in Galles si promuove la biodiversità, producendo allo stesso tempo un prodotto di alta qualità che il consumatore può essere orgoglioso di acquistare».

Per informazioni: www.agnellogallese.it

© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali