Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
venerdì 28 gennaio 2022 | aggiornato alle 20:15 | 81402 articoli in archivio

Prezzemolo genovese - SCHEDA

01 gennaio 2013 | 10:38

Prezzemolo genovese - SCHEDA

01 gennaio 2013 | 10:38

Pianta
È una varietà a ciclo precoce e a rapida crescita, con pianta vigorosa.

Caratteristiche
Rispetto al prezzemolo comune, è la varietà genovese è dotata di fogliame molto frastagliato e dentellato, di colore verde intenso, con steli eretti ed una taglia intermedia. È una varietà molto aromatica.

Coltivazione
La coltivazione di questa varietà non si discosta di molto dalle consuete tecniche colturali del prezzemolo comune. Non particolarmente esigente in fatto di terreni, questo può essere coltivato in serra, in campo, ma anche in vaso. La semina viene effettuata alla profondità di 1 centimetro e a una distanza di 3-5 centimetri sulla fila, 25-30 centimetri tra le file.

La semina diretta avviene da febbraio a settembre, con raccolta tutto l'anno. Per raccolte estive si semina in gennaio e febbraio in serra o luogo protetto, a marzo e aprile per semina in vaso all'aperto o in pieno campo. Per raccolte in autunno si semina a maggio-giugno Per raccolte in primavera si semina a settembre - ottobre in ambiente protetto. La germinazione del seme avviene in 14-21 giorni. Il ciclo vegetativo dura 70 giorni. La raccolta è manuale in modo scalare.

Benessere e salute
La parte edibile costituisce l'80%, ricca di acqua (87,2%), con il 5,6% di fibre alimentari, il 3,7% di proteine, povera di grassi (0,6%), priva di glucidi (tracce). Ogni 100 grammi apportano un basso valore energetico 20 kcal, 84 kj, 670 mg di potassio, 220 mg di calcio, 75 mg di fosforo , 20 mg di sodio, 162 mg di vitamina C.

© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali