Ros Forniture Alberghiere
Rational
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e ospitalità
domenica 26 maggio 2019 | aggiornato alle 13:06| 59233 articoli in archivio
HOME     ALIMENTI     TENDENZE e MERCATO

Il Governo dimezza l’Iva sul tarfufo
Per quello fresco l’imposta scende al 5%

Pubblicato il 04 gennaio 2019 | 11:53

Una buona notizia per gli amanti del tartufo arriva dalla Legge di bilancio che, con una norma ad hoc, ha dimezzato l’Iva, portandola al 5% sul prodotto fresco e al 10% su quello lavorato, come sughi, creme e oli.

Dal 1° gennaio, dunque, chi vorrà farsi un regalo acquistando un po’ tartufo, spenderà un po’ di meno. Con questo provvedimento, l'Iva sul tartufo, un prodotto d'eccellenza del Made in Italy tra i più cari sul mercato, sarà equiparato al livello diun prodotto di prima o primissima necessità, al contrario di molti altri prodotti che invece, seppur necessari, risultano essere tassati con un Iva al 22%.

(Il Governo dimezza l’Iva sul tarfufoPer quello fresco l’imposta scende al 5%)

La mossa del Governo ha però sollevato anche qualche polemica, soprattutto sui social, dove in tanti si sono chiesti il perché di questa iniziativa su un bene dai più considerato ancora “di lusso” e non su altre tipologie di prodotti di prima necessità, come gli assorbenti igienici femminili.

Nel frattempo, a favore dell’abbassamento dell’Iva sui tartufi si è espresso l’eurodeputato leghista Alberto Cirio, che da anni ne aveva fatto una battaglia personale: «Con la fine dell'anno - ha detto - giunge all'epilogo finalmente anche la nostra battaglia per adeguare l'Iva italiana sul tartufo a quella degli altri Paesi europei. Si chiude un percorso cominciato due anni fa con una denuncia alla Commissione europea per quello che era, a tutti gli effetti, un autogol per uno dei prodotti-simbolo dell'enogastronomia italiana. L'Europa aveva accolto il nostro appello e minacciato una procedura d'infrazione nel caso in cui l'Italia non si fosse adeguata agli altri paesi Ue dove è possibile trovare il tartufo. Un primo risultato alla nostra battaglia era stato ottenuto due anni fa con l'abbassamento dell'Iva dal 22% al 10%, adesso finalmente si chiude il cerchio».

alimenti tartufo Iva Governo Legge di bilancio commercio ristorazione trifolai

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...
Mostra più articoli >

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato a tutti i mezzi del network: la rivista mensile per la ristorazione Italia a Tavola, la rivista in versione digitale per un pubblico più vasto, le diverse newsletter Italia a Tavola settimanale rivolte ad un pubblico di esperti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza su tutti i principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch)
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160
Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato a tutti i mezzi del network: la rivista mensile per la ristorazione Italia a Tavola, la rivista in versione digitale per un pubblico più vasto, le diverse newsletter Italia a Tavola settimanale rivolte ad un pubblico di esperti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza su tutti i principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch)