Rational
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
venerdì 22 novembre 2019 | aggiornato alle 08:55| 62165 articoli in archivio
Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
HOME     ALIMENTI     TENDENZE e MERCATO

Latte in Sardegna, Centinaio:
«Bellanova prende meriti non suoi»

Latte in Sardegna, Centinaio: 
«Bellanova prende meriti non suoi»
Latte in Sardegna, Centinaio: «Bellanova prende meriti non suoi»
Pubblicato il 02 novembre 2019 | 10:01

L’ex ministro delle Politiche agricole torna ad attaccare l’operato dell’attuale titolare del dicastero che nei giorni scorsi, a Cagliari, aveva preso parte ad un tavolo sulla vertenza del prezzo del latte ovino.

Sono passati solo pochi giorni dalle critiche mosse dal senatore della Lega Gian Marco Centinaio, già ministro delle Politiche agricole nel governo giallo-verde, a Teresa Bellanova la quale sottolineava la necessità di aumentare la presenza di migranti nel settore agricolo. Ora il tema è il prezzo del latte ovino in Sardegna, su cui Centinaio rivendica la paternità dei provvedimenti in atto. «Le dichiarazioni del Ministro Bellanova rilasciate ad inizio settimana in Sardegna - afferma il senatore leghista - sono inaccettabili ed evidenziano come il Ministro sia in malafede o consigliata male. Intestarsi la paternità dello sblocco dei 10 milioni di euro destinati ai contratti di filiera e dei 14 milioni di euro necessari all’acquisto dei prodotti del pecorino destinati agli indigenti è un’operazione non solo squallida, ma non corrispondente al vero».

Gian Marco Centinaio e Teresa Bellanova (foto: Ansa) (Latte in Sardegna, Centinaio: «Bellanova prende meriti non suoi»)
Gian Marco Centinaio e Teresa Bellanova (foto: Ansa)

«Il Ministro, infatti - prosegue Centinaio - non sa o finge di non sapere che il provvedimento emergenziale che varammo per far fronte alla crisi, fu subito reso operativo con la promulgazione dei relativi decreti attuativi e seguì il normale iter procedurale che ricomprende anche il vaglio definitivo della Corte dei conti, dove il decreto è ancora in esame. Nessun ritardo, nessun mistero, dunque, se non quello di capire come mai il Ministro agisca così sciattamente: la Lega e il sottoscritto non si sono mai tirati indietro mettendo la faccia nei mesi di governo; la Ministra, invece, dimostri amore per il settore, per le sue problematiche, e cerchi di portare a casa un risultato utile ai lavoratori: se non ci si riesce, nessun problema, si può sempre passare la mano».

«Oggi dobbiamo ascoltare e ragionare, e sulla base dell’ascolto proveremo a dare il nostro contributo», aveva detto il ministro delle Politiche agricole Teresa Bellanova, lo scorso 29 ottobre, poco prima di fare il suo ingresso al tavolo sul prezzo del latte nel palazzo della Regione a Cagliari. «Discuteremo con i rappresentanti dei pastori sulle questioni che erano rimaste in sospeso e sulle quali bisogna dare risposte, a partire dai contratti di filiera per i quali il decreto è già pronto: ci sono 10 milioni di euro destinati ai contratti di filiera e 14 milioni per l’acquisto dei prodotti del pecorino destinati agli indigenti, e anche su questo il decreto è alla Corte dei conti».

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


alimenti agricoltura politiche agricole ministro ministero latte ovino Sardegna pastori sardi prezzo del latte tavolo di confronto trattativa Corte dei conti Gian Marco Centinaio Teresa Bellanova

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160
& Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).