ABBONAMENTI
 
Rational
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
venerdì 18 giugno 2021 | aggiornato alle 02:16| 75857 articoli in archivio
Rational
Pentole Agnelli

Da cosa rinasce cosa...
con la raccolta differenziata

Da cosa rinasce cosa... 
con la raccolta differenziata
Da cosa rinasce cosa... con la raccolta differenziata
Pubblicato il 04 febbraio 2020 | 16:36

Ove ce ne fosse stato ancora bisogno, l’esempio di Greta Thunberg lo ha dimostrato in pieno: quando si parla di tutela dell’ambiente, da piccoli gesti del singolo possono derivare grandi cambiamenti per il mondo intero.

Oltre a scendere in piazza per denunciare i danni legati all’inquinamento - in primis i cambiamenti climatici - cosa possiamo fare nella vita di ogni giorno? Semplice: dobbiamo ripensare il nostro quotidiano e il nostro modo di confrontarci non solo con le persone, ma anche con i beni che ogni giorno usiamo… e gettiamo.

Su quasi 15 tonnellate di materiali usati da una persona all'anno, oltre 4,5 vengono gettati in discarica (Da cosa rinasce cosa... con la raccolta differenziata)
Su quasi 15 tonnellate di materiali usati da una persona all'anno, oltre 4,5 vengono gettati in discarica

Molti beni che potrebbero esser riutilizzati, infatti, finiscono troppo presto nel secchio dell’immondizia trasformandosi, da risorsa, in rifiuto. Nell’Unione europea, ogni anno, ogni persona utilizza quasi 15 tonnellate di materiali e oltre 4,5 tonnellate di essi vengono gettati in discarica. Questo stile di vita incentrato sul meccanismo “produzione-consumo-smaltimento” non è sostenibile in considerazione del fatto che, per produrre i beni consumati, ci stiamo comportando come se avessimo a disposizione non un solo pianeta Terra ma quasi due (1,75 per l’esattezza!).

È quindi essenziale orientare i nostri sforzi per attuare pienamente un sistema produttivo in grado di auto-rigenerarsi traendo dal proprio interno le risorse necessarie a creare nuove merci, limitando l’impiego di nuove materie prime e soprattutto minimizzando gli sprechi. Questo genere di produzione, fatto di riutilizzo, reimpiego e riciclo delle risorse ha un nome ben preciso: economia circolare.

Se riuso e riutilizzo sono il top del virtuoso, cosa fare degli oggetti che non possono essere più reimpiegati? Anche per loro può esserci una “seconda vita” grazie al riciclo.

Innanzitutto, va fatta una chiara distinzione fra due diverse fasi: la raccolta differenziata e il riciclo. La prima consiste nel sistema di separazione dei rifiuti in base al tipo di materiale in cui gli stessi sono costituiti, mentre il riciclo è il processo successivo di recupero, dai rifiuti conferiti nella raccolta differenziata, delle materie prime utili ad essere reimpiegate.

È quindi essenziale fare una raccolta differenziata fatta bene dei rifiuti che quotidianamente produciamo nelle nostre case e sui luoghi di lavoro. Come fare? È buona regola dotarsi di contenitori diversi (magari contraddistinti da colori differenti) per raccogliere, in modo separato, plastica, vetro, carta e frazione umida, evitando in tal modo di creare un unico ammasso di rifiuti che non sarebbero più conferibili nella raccolta differenziata.

Dove possiamo trovare questi contenitori?
Su Ecostoviglie portale online di Minimo Impatto, troverete una vasta gamma di contenitori per la raccolta differenziata dei rifiuti e, fra questi, sicuramente riuscirete ad individuare quelli più idonei a soddisfare le vostre necessità anche di natura estetica. Un esempio? Esistono bidoncini in cartone "parlanti" che indicano cosa si può gettare al loro interno evitando di commettere errori.

© Riproduzione riservata


“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


raccolta differenziata riciclo spreco anti spreco economia circolare plastica vetro carta umido inquinamento Greta Thunberg

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Surl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Surl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®