Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 17 aprile 2024  | aggiornato alle 16:51 | 104657 articoli pubblicati

Bari protagonista con la “Festa nazionale del cuoco 2023” con oltre 600 chef

L'appuntamento in terra pugliese inizierà con una parata di cuochi in divisa bianca nel centro di Bari vecchia, celebrando la gastronomia locale. L'evento prevede la partecipazione di 19 delegazioni regionali

 
23 ottobre 2023 | 16:56

Bari protagonista con la “Festa nazionale del cuoco 2023” con oltre 600 chef

L'appuntamento in terra pugliese inizierà con una parata di cuochi in divisa bianca nel centro di Bari vecchia, celebrando la gastronomia locale. L'evento prevede la partecipazione di 19 delegazioni regionali

23 ottobre 2023 | 16:56
 

Dal 24 al 26 ottobre, Bari diventa la "capitale della cucina italiana" ospitando la "Festa nazionale del cuoco 2023". Questo evento è organizzato dalla Federazione italiana cuochi, dall'Unione regionale cuochi di Puglia e dall'Associazione cuochi baresi e attira centinaia di cuochi professionisti da tutta Italia e anche dall'estero. La manifestazione prevede la partecipazione di 19 delegazioni regionali, con circa 600 cuochi, e sette delegazioni straniere provenienti da Europa, Stati Uniti, Brasile, Australia e Paesi Baltici. La presentazione dell'evento si è tenuta in Regione, con la presenza di Aldo Patruno, direttore generale del dipartimento Turismo della Regione Puglia, Grazia Di Bari, consigliera regionale con delega alla Cultura, e Salvatore Turturo, presidente regionale dell'Unione cuochi.

Bari protagonista con la “Festa nazionale del cuoco 2023” con oltre 600 chef

Bari pronta ad accogliere 600 chef dall'Italia e dal mondo

Festa nazionale del cuoco 2023: il programma dell'evento

Il programma dell'evento prevede che domani, martedì 24 ottonbre, ci sarà una grande parata dei cuochi in divisa bianca che attraverserà Bari vecchia, partendo da piazza del Ferrarese per giungere alla Basilica di San Nicola. Il giorno successivo sarà dedicato alla formazione e al racconto del territorio pugliese, coinvolgendo istituti professionali alberghieri della Puglia e della Basilicata, operatori del settore enogastronomico, consorzi dell'agroalimentare, masserie didattiche, città dell'olio, cantine con le strade del vino, operatori della ristorazione e dell'ospitalità, filiere produttive dell'acquacoltura certificata. L'ultimo giorno, il 26 ottobre, è prevista una visita a Castel del Monte, Trani, Locorotondo e Martina Franca.

Durante la manifestazione, verranno affrontati vari temi, tra cui l'attenzione alle risorse della terra e del mare, i modelli sostenibili di produzione e ristorazione locale, la sicurezza e la salute dei consumatori come priorità, la valorizzazione territoriale legata alle tipicità e alle tradizioni culinarie pugliesi e le risposte alle esigenze del mercato in continua trasformazione. Ci saranno dibattiti con autorità e specialisti del settore, masterclass e interventi degli chef, anche con trasmissioni in diretta streaming online.

Bari protagonista con la “Festa nazionale del cuoco 2023” con oltre 600 chef

Festa nazionale del cuoco 2023, un programma denso di appuntamenti

Puglia tra le mete preferite per il turismo enogastronomico italiano

La Puglia è stata classificata come una delle mete preferite per il turismo enogastronomico secondo il Rapporto sul Turismo Enogastronomico Italiano 2023. Il 23% dei turisti italiani e il 22% dei turisti enogastronomici desiderano visitare la Puglia, posizionandola al terzo posto nelle preferenze nazionali dopo la Sicilia e la Sardegna. Il cibo e il vino pugliesi contribuiscono significativamente al turismo regionale, con il 31% degli italiani che considera la Puglia tra le migliori destinazioni enogastronomiche in Italia (quarta in classifica), e 1 turista enogastronomico su 5 che dichiara di aver visitato la Puglia per esperienze culinarie nelle vacanze più recenti. Le tipicità culinarie pugliesi più conosciute includono le orecchiette (indicata dal 26% degli italiani), i taralli (10%) e l'olio (4%), con l'olio d'oliva come uno dei prodotti più noti al pubblico.

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       



ROS
Siad
Mulino Caputo

Julius Meiln