Sofidel Papernet
Rational
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 15 luglio 2020 | aggiornato alle 04:36| 66723 articoli in archivio
Allegrini
Ros Forniture Alberghiere
HOME     BIRRA    

Perron, presidente di Assobirra:
«Cresca la cultura della birra»

Perron, presidente di Assobirra: 
«Cresca la cultura della birra»
Perron, presidente di Assobirra: «Cresca la cultura della birra»
Pubblicato il 10 giugno 2009 | 11:31

La produzione italiana è in mano a multinazionali praticamente per il 90%. Materie prime per la maggior parte importate, soprattutto da Francia, Germania e Repubblica Ceca. Dopo il calo dei consumi (-9%) dei primi quattro mesi del 2009, si spera che con la stagione calda ci sia una ripresa

Piero PerronPiero Perron (nella foto), presidente di Assobirra, è intervenuto a Torre de' Roveri (Bg), nel centro di formazione permanente della Quattroerre, alla presentazione di 'Professione: birra”, iniziativa che si propone di educare gli operatori del settore Horeca sul pianeta birra.

Come mai la sua presenza alla presentazione di questa iniziativa?
«Ci interessa tutto quello che ha a che fare con l'educazione alimentare e il consumo responsabile. Il nostro compito principale sono le pubbliche relazioni, dare alla birra in Italia quella maggiore dignità che deve avere, quindi ci interessa anche questa iniziativa. Ci sono già ristoranti che propongono una lista delle birre, ma sono ancora pochi. Penso che la cultura della birra abbia ancora parecchia strada da fare».

Come stanno andando i consumi di birra in Italia?
«Nei primi quattro mesi del 2009 abbiamo registrato un calo di consumi intorno al 9%, imputabile un po' alla stagione piuttosto fredda e piovosa e un po' alla crisi economica generale. Pensiamo che con il primo caldo i consumi riprenderanno».

Cosa pensa del fatto che la produzione di birra in Italia è in mano a multinazionali praticamente per il 90%? La sola Heineken ha il 32% del mercato nazionale.
«Queste grandi società hanno razionalizzato la produzione, ma stiamo tranquilli: la birra non è delocalizzabile, gli stabilimenti resteranno in Italia, vicini ai luoghi di consumo. La birra, soprattutto quella alla spina, va bevuta al più presto dopo la messa in commercio».

A proposito di freschezza, come sta andando il consumo della birra alla spina?
«Si è attestata sul 15% del totale, ma era arrivata al 20%. C'è stata una leggera flessione».

Da dove provengono le materie prime per la produzione?
«La produzione italiana di malto copre il 40% del fabbisogno, il resto viene da Francia e Germania. Anche il luppolo viene per la maggior parte da Germania e Repubblica Ceca: del resto, per produrlo di qualità ci vuole un clima continentale che in Italia non c'è».

Cosa pensa dei birrifici artigianali che anche in Italia si stanno moltiplicando?
«Non è un settore facile. Occorre tanta passione per questo lavoro, per presentare sul mercato birre originali, che si facciano apprezzare perché valgono e dicono qualcosa di diverso rispetto ai grandi birrifici. Non abbiamo nulla in contrario, anzi una parte di questi birrifici sono iscritti alla nostra associazione».

Articoli correlati:
Riconfermato il presidente di AssoBirra Piero Perron al suo terzo mandato
Più birra e meno vino, ecco le scelte degli italiani a tavola

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


talia a Tavola alimenti food bevande caffè birra distillati vino salute diete ristorazione aziende attrezzature ristoranti pizzerie bar enoteche hotel SPA agriturismi appuntamenti fiere turismo circoli libri stampa ricette oroscopo enogastronomia territorio ospitalità  horeca

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®