Rotari
Rational
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
domenica 29 marzo 2020 | aggiornato alle 05:29| 64423 articoli in archivio
HOME     BIRRA    

Più birra e meno vino, ecco le scelte degli italiani a tavola

Più birra e meno vino, ecco le scelte degli italiani a tavola
Più birra e meno vino, ecco le scelte degli italiani a tavola
Pubblicato il 19 giugno 2009 | 18:17

Cosa bevono gli italiani? Dopo un testa a testa durato qualche anno gli italiani preferiscono la birra al vino. Questi i dati che emergono dall'indagine 2009 di AssoBirra svolta su un campione di 1.500 italiani. Soprattutto per i giovani, la birra si dimostra un'ottima compagna in ogni occasione

 MILANO - Dopo un testa a testa durato qualche anno, la birra supera il vino nei gusti degli italiani, almeno quando si siedono al ristorante nel week end. Questo almeno è quanto emerge dall'indagine 2009 di AssoBirra, l'Associazione degli industriali della birra e del malto: "il pasto dei re" (secondo una celebre definizione di William Shakespeare) con il 42% delle preferenze è infatti la bevanda più richiesta al ristorante durante il weekend, mentre il nettare del dio Bacco è fermo al 39%.

L'analisi è stata svolta su un campione di 1.500 italiani maggiorenni, con l'aggiunta di un'ulteriore ricerca web basata su 450 casi tra i 18 e i 44 anni. I dati sottolineano un salto di qualità della birra nella considerazione, oltre che nei gusti, dei consumatori: proprio nella fascia tra i 18 e i 44 anni, che rappresenta non solo i maggiori fruitori di birra ma anche coloro che vanno al ristorante più spesso, il 51,5% ritiene che l'immagine della birra in Italia sia migliorata rispetto a cinque anni fa. Non a caso alcuni riti finora riservati al vino, come i corsi di degustazione, libri e riviste, stanno ora prendendo piede pure nel mondo del malto d'orzo.

Nel sito www.birragustonaturale.it , per esempio, sono presenti i 300 ristoranti italiani amici della birra segnalati dall'Espresso e dal Gambero Rosso, mentre il 65,6% dei giovani si dicono interessati a trovare una carta delle birre quando vanno a cena fuori. Tra coloro che, complice anche la crisi economica, preferiscono stare a casa, il 61% considera la birra ottima per una serata da buongustai con gli amici. Si tratta di un dato che cresce fino al 76,3% nel target 18-44 anni. In generale, gli italiani che bevono birra sono il 56% (l'80% nel segmento 18-44 anni): il 4,4% lo fa ogni giorno, il 24,5% almeno una volta al mese e il 27,1% meno di una volta al mese. Cresce anche la percentuale relativa alla ricerca di qualità: il gusto, infatti, è oggi la prima motivazione al consumo per il 64% degli intervistati, mentre nel 2000 questo aspetto segnava il 35,4%. La classifica dei tipi di birra preferite dagli italiani vede svettare la pils (70%), seguita dalla lager (30%), dalla ale (4,8%), dalla weizen (2%) e dalla analcolica (1,9%). Il formato prediletto è quello della bottiglia da 33 cc (34,2%), poi c'é il servizio alla spina (28,4%) e infine la bottiglia da 66 cc (18,8%).

Fonte: Agi


Articoli correlati:
Perron, presidente di Assobirra: «Cresca la cultura della birra»
Riconfermato il presidente di AssoBirra Piero Perron al suo terzo mandato

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


talia a Tavola alimenti food bevande caffè birra distillati vino salute diete ristorazione aziende attrezzature ristoranti pizzerie bar enoteche hotel SPA agriturismi appuntamenti fiere turismo circoli libri stampa ricette oroscopo enogastronomia territorio ospitalità  horeca

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Surl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®
Edizioni Contatto Surl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®