ABBONAMENTI
 
Ros Forniture Alberghiere
Molino Quaglia
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
giovedì 03 dicembre 2020 | aggiornato alle 23:19| 70075 articoli in archivio
Ros Forniture Alberghiere
Molino Quaglia
HOME     SALUTE e SPORT     MEDICINA

Obesity day, i lucani i più grassi

Obesity day, i lucani i più grassi
Obesity day, i lucani i più grassi
Pubblicato il 10 ottobre 2009 | 15:32

La Coldiretti ricorda i recenti dati sull'obesità in Italia, già anticipati da Italia Tavola, e sottolinea come gli abitanti della Basilicata hanno conquistano il primato dei più ciccioni d'Italia, seguiti da siciliani e calabresi. Vivono in Piemonte gli italiani più in linea

 Gli abitanti della Basilicata conquistano il primato dei più ciccioni d'Italia, seguiti sul podio da siciliani e calabresi mentre i più in linea sono i piemontesi. è quanto afferma Coldiretti sulla base dei dati dell'Istituto Superiore di Sanità, in occasione dell'Obesity Day, la giornata mondiale dell'obesità organizzata in Italia dall'Associazione di Dietetica e Nutrizione Clinica (Adi).

Le persone obese in Italia sono il 17 degli uomini e il 21 delle donne tra i 35 e i 74 anni. I lucani sono ben al disopra della media tra gli uomini (34%) e tra le donne (42%), seguiti dai siciliani (31% sia per gli uomini che le donne) e dai calabresi (24% gli uomini e 38% le donne). Al lato apposto della classifica ci sono invece i piemontesi (12% degli uomini e il 13% delle donne), seguiti dai marchigiani (13% per gli uomini e 15% per le donne) ed i sardi (16% gli uomini e 14% le donne). La situazione è ancora più grave se si considerano anche le persone in sovrappeso che in Italia sono oltre due uomini su tre (67%) e più della metà delle donne (55%) mentre molto preoccupante è il dilagare del problema nei più giovani. I bambini italiani sono i più grassi d'Europa con uno su tre di età compresa tra i 6 e gli 11 anni che pesa troppo. Se in questo caso il record spetta alla Campania, in generale - rileva Coldiretti - il 12,3% dei bambini è obeso, mentre il 23,6% è in sovrappeso soprattutto per le cattive abitudini alimentari. In Italia un bambino su quattro - conclude Coldiretti - non mangia ortofrutta a tavola almeno una volta al giorno mentre si incrementa il consumo di cibi grassi e ricchi di zucchero e per questo occorre intervenire con una maggiore attenzione ai menu in casa e a scuola.

Articolo correlato:

Italiani sempre più "pesanti" - L'obesità cresce di più al sud

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


grassi obesità statistica e dieta cibo gastronomia Italia a tavola tavola

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

10/10/2009 15:32:00
2) Al ristorante manca la verdura
Suggerisco alla Coldiretti o alle altre organizzazioni di categoria un accordo con i ristoratori perché, come succede in molti paesi d'Europa, comprendano il contorno di verdura nel secondo piatto. Sono convinta che favorirebbe l'abitudine al consumo di verdura da parte di coloro che per motivi vari (turismo o lavoro) non pranzano a casa, aiutando abitudini positive per tutti: agricoltori, ristoratori e clienti. Naturalmente a condizione che una porzione di insalata non costi, come spesso succede, quanto una di carne!


10/10/2009 15:32:00
1) Al ristorante manca la verdura
Suggerisco alla Coldiretti o alle altre organizzazioni di categoria un accordo con i ristoratori perché, come succede in molti paesi d'Europa, comprendano il contorno di verdura nel secondo piatto. Sono convinta che favorirebbe l'abitudine al consumo di verdura da parte di coloro che per motivi vari (turismo o lavoro) non pranzano a casa, aiutando abitudini positive per tutti: agricoltori, ristoratori e clienti. Naturalmente a condizione che una porzione di insalata non costi, come spesso succede, quanto una di carne!



ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Surl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Surl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®