Allegrini
Molino Quaglia
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
venerdì 03 luglio 2020 | aggiornato alle 12:00| 66529 articoli in archivio
Sofidel Papernet
Ros Forniture Alberghiere
HOME     TURISMO     TENDENZE e SERVIZI
di Rossana Verdier
di Rossana Verdier

Fioccano le tasse
Anche sulle Dolomiti

Fioccano le tasse Anche sulle Dolomiti
Fioccano le tasse Anche sulle Dolomiti
Primo Piano del 20 gennaio 2012 | 15:19

Accese le polemiche riguardo all'intenzione della provincia di Bolzano di introdurre un ticket per i passi dolomitici del gruppo del Sella e per lo Stelvio. Contrari molti commercianti che temono un calo di passaggio, favorevoli gli ambientalisti, ma con una migliore organizzazione


Cinque euro per auto e moto, 12,50 per i camper e 25 euro per gli autobus. Queste sono le somme, confermate dall'assessore provinciale Florian Mussner, che i mezzi dovrebbero pagare per i passi dolomitici del giro del gruppo del Sella e dello Stelvio, se dovesse passare il progetto approvato dalla provincia di Bolzano.

A molti di voi suonerà strano, ma in realtà la proposta era già stata lanciata a inizio 2010 dall'allora governatore del Trentino Lorenzo Dellai, attuale presidente ella provincia autonoma di Trento, dopo la rilevazione di dati allarmanti: alla ricerca disperata di una piazzola da cui ammirare il panorama, ben 5mila veicoli, dall'alba al tramonto nell'estate del 2009, hanno attraversato il passo Sella. Niente, se fossimo in pianura. Ma si tratta di asfalto a 2000 metri di quota, con gli scalatori in parete a imprecare per il rombo delle due ruote sui tornanti.

Lorenzo DellaiProblema numero uno: molti dei passi indicati per l'applicazione del ticket sono condivisi con altre province. è il caso, ad esempio, del Campolungo, tra Bolzano e Belluno. Proprio quest'ultima si dichiara infatti nettamente contraria ad una 'tassazione” sul modello del centro di Milano. Più pacata la provincia di Trento, con la quale Bolzano condivide il Pordoi, ma che comunque non si dichiara favorevole.

Le proteste principali sono legate alla convinzione che il ticket scoraggerebbe il passaggio turistico, danneggiando quindi l'attività di molti negozianti. Ha dichiarato al Corriere della Sera Floriano Pra, capofila degli imprenditori della zona, ex assessore al turismo ed ex vice presidente del Veneto: «Noi i passi non li chiuderemo mai, se vogliono chiudano i loro! Vivono nell'abbondanza, hanno tutto e noi non abbiamo niente. Da noi ci sono vallate che se chiudono i passi muoiono, per giunta in un momento economicamente molto difficile come questo. Bisogna avere i piedi per terra».

Reinhold MessnerSono favorevoli invece gli ambientalisti, che da sempre promuovono l'utilizzo dei mezzi pubblici per limitare l'emissione di smog, ma muovono una critica al sistema proposto. Ha dichiarato Luigi Casanova, portavoce di Mountain Wilderness: «Il pagamento di un pedaggio può essere una soluzione per limitare il traffico ma non certo in questa situazione. Ai piedi dei passi mancano i parcheggi sufficienti per fermare le auto a fondovalle e non c'è un servizio di trasporto pubblico adeguato ai bisogni di chi frequenta la montagna. L'ente pubblico nel momento in cui mi mette una tassa deve dare un servizio».

Lancia invece una proposta per i passi dolomitici l'alpinista Reinhold Messner: «Si potrebbe sperimentare l'istituzione di fasce orarie in cui si possa transitare entro le 10 e dopo le 17 limitando la chiusura alle ore centrali della giornata. Ma è prioritario che siano predisposti mezzi alternativi, come bus navetta e impianti di risalita in grado di accompagnare i visitatori all'interno di quest'area, tutelata dall'Unesco».
Ne si desume che tutti siano concordi nel giudicare inapplicabile la tassa così com'è, cioè un provvedimento che non tiene conto della situazione nel complesso.


Articoli correlati:
A febbraio torna il Tour de Sas Scialpinismo nel cuore delle Dolomiti

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


dolomiti passi massner casanova pra bolzano tassa Italia a Tavola turismo Tendenze servizi

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®