Allegrini
Rational
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 15 luglio 2020 | aggiornato alle 14:21| 66741 articoli in archivio
Allegrini
Molino Quaglia
HOME     PROFESSIONI     BARMAN
di Carmine Lamorte
Carmine Lamorte
Carmine Lamorte
di Carmine Lamorte

Cinzia Ferro, una carriera in ascesa
La barlady dell’anno 2013 si racconta

Cinzia Ferro, una carriera in ascesa
La barlady dell’anno 2013 si racconta
Cinzia Ferro, una carriera in ascesa La barlady dell’anno 2013 si racconta
Primo Piano del 26 gennaio 2014 | 15:28

Personaggio dell’anno 2013 nella sezione Barman del sondaggio di Italia a Tavola, la bar manager di origini lombarde ma piemontese di adozione ci racconta il suo percorso professionale e le sue aspirazioni per il futuro. I segreti del suo successo? Innovazione, cortesia verso i clienti e ricerca di materie di alta qualità

Con 9.566 voti, Cinzia Ferro (nelle foto) si è imposta nel sondaggio online di Italia a Tavola, tanto da essere eletta Personaggio dell’anno 2013 nella categoria “Barman”. La carriera di Cinzia ha inizio nel 1993, quando comincia a lavorare come cameriera-barista a Gallarate (Va) presso il locale di alcuni amici, “La Ribalta”. Ben presto si accorge di star bene tra la gente, e decide di farne la sua professione. Comincia quindi a lavorare in alcuni locali della zona, di giorno e di sera. Alla fine del 1996 le viene proposto di lavorare in un nuovo locale in centro a Gallarate ed è in questa occasione che i datori di lavoro decidono di farla “addestrare” da un conosciutissimo professionista milanese, un barman eclettico dai grandi poteri imprenditoriali, così Cinzia inizia a lavorare nel suo Honky Tonk a Milano.

Cinzia Ferro

Comincia a studiare e a documentarsi su tutte le novità del campo. Nel 1997 a Gallarate viene aperto il Woody Gutrye e Cinzia viene assunta come bar manager. Il locale ha subito un grandissimo successo e Cinzia riesce ad accattivarsi la simpatia dei clienti facendosi conoscere. Nel 1999 si trova di fronte a più scelte e mete lavorative, la cercano cocktail bar in Sardegna, in Spagna, in Inghilterra e a Verbania Lago Maggiore. Per non allontanarsi molto dalla sua famiglia e dai suoi amati cani decide di accettare il lavoro a Verbania, a 70 km da casa. Il locale non esisteva ancora e quindi ha la possibilità non soltanto di dare una sua impronta in materia di beverage ma anche nell’allestimento dell’ambiente dedicandosi, con l’allora proprietario, all’arredamento e all’impostazione globale del locale. Si dedica quindi alla formazione del personale da inserire e così in aprile vede la luce l’Estremadura Cafè di Verbania Suna (Vb).

Nel 2002 decide di passare totalmente al comando, frequentando prima un corso di barman presso l’Associazione italiana barman di Milano, prendendo prima in gestione l’Estremadura Cafè, poi diventandone proprietaria con il suo compagno Stefano. Oggi il locale vanta un gran numero di avventori che possono scegliere cosa bere attingendo da una lista di 400 cocktail, 230 etichette di distillati, 45 etichette di birra, innumerevoli tè e tisane in foglia, circa 200 etichette di vino, una buona scelta di panini e sfiziosi piatti.

Per completare l’offerta e celebrare un’altra passione, nel 2011 Cinzia apre insieme a Stefano l’Antica Osteria il Monte Rosso, a due passi dall’Estremadura, riportando in vita una delle più antiche e storiche (1854) osterie di Verbania, un ristorante che offre un ambiente retrò ben curato ed accogliente, la cui cucina punta su sapori antichi e genuini con particolare attenzione ai prodotti locali e soprattutto al pesce del lago Maggiore. La lista dei vini offre oltre 400 etichette, molti distillati di pregio e la possibilità di avere, cenando, un cocktail direttamente dall’Estremadura.

Cinzia, perché hai deciso di fare la barman?
Cinzia FerroForse perché ho trovato nel mondo del bar un modo alternativo per esprimermi, essere creativa condividendo il mio operato, in tempo reale, con la gente. Poi adoro stare su quel bellissimo palcoscenico che è il banco del bar e chiacchierare, ridere, piangere... insomma vivere le emozioni dei miei amici/clienti.

Hai avuto qualcuno che per te sia stato un riferimento nel lavoro, un maestro?
Ho incontrato sulla mia strada un noto barman milanese, del quale adoravo le movenze e la sicurezza nell’esprimere il suo lavoro, ma non ho seguito esattamente le sue orme, ne ho carpito piccoli particolari, ciò che più mi affascinava. Ho sempre rincorso in primis la mia libertà espressiva.

So che di recente hai aperto un ristorante, qual è il motivo di questa scelta?
La ricerca di un nuovo stimolo, una nuova sfida in armonia con una passione che accomuna me e Stefano, il mio compagno: il buon cibo e il buon vino. Inoltre il ristorante è a due passi dal cocktail bar, completando così l’offerta al pubblico.

Nella gestione di un locale di successo come il tuo, quali sono le tre cose principali a cui hai dato importanza negli anni?
Per la verità sono 4: la ricerca di materie prime di alta qualità; l’innovazione, sempre in evoluzione di tecnica, prodotti, estetica e cura dei particolari; cortesia e disponibilità costanti; attenzione e selezione degli avventori.

Secondo te cosa manca ai barman italiani perché siano una vera categoria forte e unita?
Il tempo e un pizzico di umiltà! Duri orari di lavoro e individualità prevaricano la possibilità di aggregazione a vantaggio della categoria.

I tuoi progetti per il futuro?
Idee molte, sicuramente troppo poco tempo! Mi piacerebbe diventare davvero brava nel trasmettere al meglio le mie esperienze e la mia grande passione alle giovani leve. Ci sto già provando!

Intervista-flash
I tratti principali del tuo carattere?
Originalità, creatività, fantasia
Il tuo difetto maggiore?
Emotività
Il tuo pregio a cui tieni di più?
Versatilità
Il vino che preferisci?
Amarone Bertani 2004, Riesling Herzu E. Germano
Il piatto che preferisci?
La cassoeula, le melanzane alla parmigiana
Il tuo colore preferito?
Verde
Il tuo hobby?
Dipingere e scrivere
Il tuo sport?
Non ho tempo, non faccio sport, ma mi piace il pattinaggio su ghiaccio
Il nome dei tuoi cani?
Asia e Filippo
Se non vivessi a Verbania dove vorresti abitare?
Sto bene qua, ma forse starei meglio in Polinesia!
Lo scrittore che preferisci?
A. Dumas, G. Flaubert, D. Defoe e la letteratura dell’800 in generale; tra i poeti, C. Baudelaire, S. Mallarmé, C. Chaplin, A. Merini
Il regista che preferisci?
Tim Burton, David Cronenberg, Luc Besson

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


Cinzia Ferro barman Personaggio dell anno sondaggio Premio Italia a Tavola Estremadura Cafe Verbania

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®