Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
giovedì 18 aprile 2024  | aggiornato alle 15:22 | 104679 articoli pubblicati

Troppi drink e poco latte Giovani a rischio osteoporosi

 
20 marzo 2009 | 15:40

Troppi drink e poco latte Giovani a rischio osteoporosi

20 marzo 2009 | 15:40
 

Giovani a rischio osteoporosi senza un'alimentazione adeguata. A lanciare l'allarme è l'endocrinologa Maria Luisa Brandi che avvisa come le abitudini dei giovani siano devastanti per le ossa, dal mito della magrezza all'abuso di alcolici. Servono invece più latticini e acqua ricca di calcio

L'osteoporosi, che colpisce oggi in Italia quasi 5 milioni di persone, potrebbe in un futuro prossimo non riguardare solo i più anziani: «Si rischia una vera epidemia di giovani e adulti fratturati, non solo donne ma anche uomini». è l'allarme lanciato dall'endocrinologa Maria Luisa Brandi, direttore dell'Unità operativa malattie del metabolismo osseo dell'Ospedale Careggi di Firenze, presente al nono Congresso europeo sugli aspetti clinici e economici di osteoporosi e osteoartrite in corso ad Atene. «Dobbiamo fare di più per la prevenzione e insegnare ai nostri bambini l'importanza della salute dello scheletro».


 Troppi drink e poco latte
Le abitudini dei giovani, infatti, sono devastanti per le ossa: «Oggi maschi e femmine hanno una passione insana per la magrezza, che insieme all'amore per i drink e gli apertivi alcolici rischia di rendere fragilissimo lo scheletro degli adolescenti, con conseguente rischio di fratture precoci». Senza contare le abitudini alimentari: «Nell'età dello sviluppo fino ai 24 anni - spiega l'esperta - mentre si forma la struttura ossea i giovani spesso bevono acque minerali povere di calcio proprio per paura di non ingrassare, e per la stessa ragione eliminano latte, formaggi, yogurt e latticini in genere, mentre bevono liquidi gassati che aumentano l'acidità in circolo nelle ossa. Tutto questo rende le loro ossa notevolmente più fragili. E poi c'è l'alcol: bastano due bicchieri di vino o di birra per danneggiare lo scheletro, e l'abuso può produrre danni irreparabili».

è ormai improcrastinabile, avverte la Brandi, «una seria campagna di informazione per i più giovani, per salvare le loro ossa e prevenire le fratture. Basterebbe bere acqua minerale ricca di calcio e seguire un'alimentazione più sana, con un bicchiere di latte o di yogurt al giorno, oppure 50 grammi di parmigiano. Altrimenti avremo un esercito di giovani fratturati, maschi e femmine di 20 anni con le ossa di sessantenni».

Fonte: Agi


Articolo correlato:
Food 4U, in gara i video anti obesità. Zaia: un grande progetto per l'Europa

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       


Fonte Margherita
Agugiaro e Figna Le 5 Stagioni
Mulino Caputo
Siad

Fonte Margherita
Agugiaro e Figna Le 5 Stagioni
Mulino Caputo

Siad
Schar
Nomacorc Vinventions