Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
venerdì 14 giugno 2024  | aggiornato alle 09:17 | 105852 articoli pubblicati

Elle & Vire
Siad
Elle & Vire

Asti, il Palio si fa in due Al via un mese di eventi

di Sergio Cotti
 
02 settembre 2019 | 14:42

Asti, il Palio si fa in due Al via un mese di eventi

di Sergio Cotti
02 settembre 2019 | 14:42
 

Assegnati per la prima volta due drappi, in occasione del 1900° anniversario del martirio di San Secondo. Vincono Cattedrale e, nella gara dei Comuni, Baldicheri. In piazza 10mila spettatori.

Per la città di Asti, designata prima capitale d’Italia (poi scavalcata da Torino), è una tradizione che si rinnova dal 1200: più antico di quello di Siena, il Palio è insieme la storia, il costume, la passione del capoluogo piemontese, 76mila abitanti in tutto, che proprio con il Palio, domenica 1 settembre, ha inaugurato un mese di settembre ricco di iniziative. Il prossimo fine settimana toccherà al Festival delle Sagre, poi alla 53ª edizione della Douja d’Or; due eventi che trasformeranno Asti nella capitale enogastronomica d’Italia dal 6 al 15 settembre.

Cattedrale e Baldicheri sono i vincitori del Palio 2019 (Asti, il Palio si fa in due Al via un mese di eventi)
Cattedrale e Baldicheri sono i vincitori del Palio 2019

Quello passato è stato invece il fine settimana del Palio, il primo (in forma sperimentale) con due gare e due vincitori, quello dei borghi cittadini e quello dei Comuni. Una soluzione voluta dal sindaco, Maurizio Rasero, per celebrare il 1900° anniversario del martirio di San Secondo, patrono della citt, che però ha suscitato non poche polemiche tra i partecipanti dei 7 Comuni della provincia (Montechiaro, Moncalvo, Nizza Monferrato, Baldichieri, Canelli, Castell’Alfero e San Damiano), che si sono sentiti un po' esclusi dal Palio "che conta".

Sbandieratori davanti alla chiesa di San Secondo (Asti, il Palio si fa in due Al via un mese di eventi)
Sbandieratori davanti alla chiesa di San Secondo

Mugugni a parte, anche quest’anno l’iniziativa è riuscita a coinvolgere migliaia di astigiani, che con il Palio, un po’ come accade a Siena, convivono durante tutto l’anno, anche se è nei giorni immediatamente precedenti la gara, che la città si trasforma, tra bandiere, gonfaloni e iniziative di preparazione.

Gli stendardi del Rione Cattedrale, vincitore del Palio dopo 42 anni (Asti, il Palio si fa in due Al via un mese di eventi)
Gli stendardi del Rione Cattedrale, vincitore del Palio dopo 42 anni

«È una festa unica nel suo genere - ha detto il sindaco - indispensabile per questo territorio, al punto che non riuscirei a immaginare questa città senza il Palio. Per alcuni è solo una corsa di cavalli, in realtà è molto di più: è una rappresentazione storica con più di 1.300 figuranti in costume, è la festa di un popolo che in questi giorni cerca di trasmettere le nostre tradizioni alle future generazioni, e la festa di una città intera che in questi giorni si trasforma in ogni suo borgo».

Un evento, il Palio di Asti, che porta in città migliaia di turisti: «E i risultati si vedono - dice ancora il sindaco - Alberghi pieni, ristoranti che lavorano, bar che assumono in questi giorni aiutanti in più perché hanno un giro d’affari diverso. Asti è una città che vive, che si muove e questo evento è importante anche dal punto di vista sociale».

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       


Tecnoinox
Molino Dallagiovanna
Siad
Col Vetoraz
Siad

Tecnoinox
Molino Dallagiovanna
Siad

Col Vetoraz
Brita
Agugiaro e Figna Le 5 Stagioni