Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
lunedì 04 marzo 2024  | aggiornato alle 19:35 | 103610 articoli pubblicati

Bagnaia, dal sogno di diventare chef al vincere il campionato di MotoGp

«Mi sarebbe piaciuto aprire un ristorante». Pecco, infatti, è da sempre affascinato dalla dedizione delle persone che preparano il cibo. Merito degli insegnamenti di papà Pietro, che in passato gestiva dei ristoranti

 
28 novembre 2023 | 14:50

Bagnaia, dal sogno di diventare chef al vincere il campionato di MotoGp

«Mi sarebbe piaciuto aprire un ristorante». Pecco, infatti, è da sempre affascinato dalla dedizione delle persone che preparano il cibo. Merito degli insegnamenti di papà Pietro, che in passato gestiva dei ristoranti

28 novembre 2023 | 14:50
 

Domenica 26 novembre, sul circuito di Valencia in Spagna, l'italiano Francesco (Pecco) Bagnaia ha conquistato il secondo campionato di MotoGp consecutivo, staccando la concorrenza del madrileno Jorge Martin e del riminese Marco Bezzecchi. Una vittoria che è frutto di tanto lavoro, insieme al team Ducati, e di sacrifici, compresa la dieta alimentare che i piloti di motociclismo devono seguire per ottenere i migliori risultati.

Bagnaia, dal sogno di diventare chef al vincere il campionato di MotoGp

Pecco Bagnaia, vincitore del campionato di MotoGp

La confessione di Bagnaia: «Mi sarebbe piaciuto aprire un ristorante»

Nel tempo libero, il pilota torinese, come confessato dallo stesso al portale Due Ruote, si diverte con le sperimentazioni ai fornelli, nonostante la rigidità della dieta da professionista. A testimoniarlo? Le foto condivise sui social, soprattutto in compagnia della futura moglie Domizia Castagnini. Nel corso dell'intervista, poi, Bagnaia, rimasto da sempre affascinato dalla dedizione delle persone che preparano il cibo, ha raccontato del suo profondo legame con la cucina, visto che papà Pietro gestiva alcuni ristoranti. «La mia ricetta preferita? Spaghetti all'amatriciana con pancetta e pecorino» aveva dichiarato Pecco.

E se Bagnaia non fosse diventato un pilota professionista, cosa avrebbe fatto da grande? «Lo chef. Mi sarebbe piaciuto aprire un ristorante» ha rivelato alla Gazzetta dello Sport, annunciando così la sua volontà da piccolino di seguire le orme del padre. «Avrei dovuto finire la scuola e quello era già un ostacolo tosto. Quando ho iniziato ad andare in moto, il mio rendimento scolastico è peggiorato. Le gare non mi aiutavano a rimanere concentrato, ma questa non può essere una scusa. Preferivo fare altro e quando ero a casa non mi andava di mettermi sui libri» ha poi spiegato.

Qual è la dieta di un pilota di MotoGp come Bagnaia?

La dieta dei piloti della MotoGp è una combinazione precisa di nutrizione e energia ottimizzata per le prestazioni in pista. Solitamente, si basa su carboidrati complessi per fornire energia costante e sostenere la resistenza fisica durante le gare. Le proteine magre sono fondamentali per la riparazione muscolare e la forza, mentre gli acidi grassi sani mantengono la salute cardiovascolare.

Bagnaia, dal sogno di diventare chef al vincere il campionato di MotoGp

Pecco Bagnaia in sella alla sua Ducati

Le porzioni sono controllate per evitare il sovraccarico durante le corse e mantenere un peso ottimale senza compromettere la resistenza. L'idratazione è cruciale, quindi i piloti bevono molta acqua e utilizzano integratori per ricostituire elettroliti persi durante l'attività fisica. Inoltre, alcuni preferiscono regimi dietetici personalizzati basati sulle proprie esigenze e sensibilità, lavorando spesso con nutrizionisti per garantire un equilibrio ideale tra nutrizione, prestazioni e recupero.

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       


Molino Grassi
Bonduelle

Molino Grassi

Bonduelle
Siad