Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
giovedì 25 luglio 2024  | aggiornato alle 11:51 | 106689 articoli pubblicati

Bufala Campana
Bufala Campana

Il bacalà alla vicentina al Parlamento europeo di Bruxelles

Mercoledì 29 marzo il Consiglio Regionale del Veneto presenterà ufficialmente la Via Querinissima al Parlamento Europeo. Pietro Querini, il nobile mercante veneziano che nel 1431 scoprì e portò in Italia lo stoccafisso

 
25 marzo 2023 | 12:45

Il bacalà alla vicentina al Parlamento europeo di Bruxelles

Mercoledì 29 marzo il Consiglio Regionale del Veneto presenterà ufficialmente la Via Querinissima al Parlamento Europeo. Pietro Querini, il nobile mercante veneziano che nel 1431 scoprì e portò in Italia lo stoccafisso

25 marzo 2023 | 12:45
 

Il bacalà alla vicentina alla gustosa conquista dell’Europa. Mercoledì 29 marzo il Consiglio Regionale del Veneto presenterà, infatti, ufficialmente la Via Querinissima al Parlamento Europeo di Bruxelles. L'evento si terrà nella sede distaccata della Regione, dove inoltre, durante la serata di martedì 28 marzo, la Pro Loco di Sandrigo, ente promotore della Festa del bacalà alla vicentina, servirà ai parlamentari invitati il piatto secondo la ricetta originale codificata dalla Venerabile Confraternita del Bacalà alla Vicentina, realizzato con solo stoccafisso di Lofoten Igp. In degustazione anche altre eccellenze del territorio tra cui i vini di Breganze della Cantina IoMazzucato e i formaggi di Lattebusche.

Bacalà alla vicentina. Foto: Pro Sandrigo Il bacalà alla vicentina al Parlamento Europeo di Bruxelles

Bacalà alla vicentina. Foto: Pro Sandrigo

Obiettivo: promuovere un percorso storico-culturale

L’Associazione Internazionale Via Querinissima unisce i nomi della Serenissima e di Pietro Querini, il nobile mercante veneziano che nel 1431, a seguito di un naufragio in Norvegia, scoprì e portò in Italia lo stoccafisso essiccato ai venti del nord. Il progetto dell’Associazione ha l’obiettivo di promuovere un percorso storico-culturale che traccia l’itinerario compiuto dal nobile veneto attraverso 14 paesi europei per rientrare a Venezia dalle Isole Lofoten e comprende una fitta rete di relazioni a livello continentale nell’ambito dell’enogastronomia e della valorizzazione turistica delle eccellenze territoriali.

La famosa festa del baccalà di Sandrigo 

«La Festa del bacalà è nata per raccontare la storia di un territorio – dichiara Antonio Chemello, presidente della Pro Sandrigo – Attraverso essa ricordiamo le tradizioni popolari e la cultura di un piatto che ha segnato fortemente l’identità del paese di Sandrigo e che, con il progetto della Via Querinissima, ha aperto l’opportunità di avviare scambi e collaborazioni turistiche, gastronomiche e commerciali in tutta Europa. Nei prossimi giorni, per esempio, condurremo un gruppo di giornalisti italiani in Norvegia a Bodø, capitale Europea della Cultura 2024, e all’isola di Røst nell’arcipelago delle Lofoten, con la quale Sandrigo è gemellata, per scoprire come e dove viene lavorato lo Skrei, la materia prima utilizzata per realizzare il nostro piatto».

Venerabile Confraternita del Bacalà alla Vicentina Il bacalà alla vicentina al Parlamento Europeo di Bruxelles

Venerabile Confraternita del Bacalà alla Vicentina

Sagra di qualità certificata

Un altro importante premio all’attività svolta dalla Pro Sandrigo arriva da Roma, dove lunedì 20 marzo la Festa del bacalà alla vicentina ha ricevuto il marchio Sagra di Qualità a Palazzo Madama. Il riconoscimento, promosso da Unpli (Unione Nazionale della Pro Loco d’Italia) – a cui la Pro Sandrigo è iscritta sin dalla fondazione nel 1962 –, certifica le manifestazioni che vantano uno storico legame con il territorio e hanno come obiettivo la creazione di sinergie tra diverse attività economiche.

«Quest’anno la Pro Loco compie 70 anni – sottolinea ancora Chemello – tutti votati alla promozione del patrimonio culturale e storico, del turismo e dell’economia locale. È quindi un grande orgoglio veder riconosciuto l’importante lavoro svolto dagli organizzatori e dai numerosissimi volontari che rendono possibile ogni anno lo svolgimento della Festa».

 



Presente alla cerimonia di consegna a Palazzo Madama anche Marica Rigon, sindaca di Sandrigo: «Oggi la Festa del Bacalà è stata riconosciuta con il marchio di qualità ed è senza dubbio un valore aggiunto, indice di attenzione e rispetto. Questi elementi permettono di vivere un'esperienza piacevole che stimola il desiderio di ritornare, favorendo ricadute positive sull'indotto commerciale del paese. Il riconoscimento è motivo di orgoglio per il Comune di Sandrigo che grazie alla collaborazione con la Pro Loco è diventato un centro attrattivo e conosciuto oltre i confini nazionali».

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       


Longarone Fiere
Consorzio Barbera Asti
Molino Colombo
Debic

Longarone Fiere
Consorzio Barbera Asti
Molino Colombo

Debic
Elle & Vire
Sartori