Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
venerdì 01 marzo 2024  | aggiornato alle 10:55 | 103532 articoli pubblicati

Rational
Rational

A Gabicce Mare

Successo per Marche diWine che dà il turbo all’enoturismo in regione

Due gli aspetti importanti emersi: il primo l’importanza per le Marche dell’enoturismo; il secondo, la necessità di internazionalizzare sempre di più il comparto vitivinicolo e birrario, come “vetrina” regionale verso l’estero

 
13 giugno 2023 | 10:19

Successo per Marche diWine che dà il turbo all’enoturismo in regione

Due gli aspetti importanti emersi: il primo l’importanza per le Marche dell’enoturismo; il secondo, la necessità di internazionalizzare sempre di più il comparto vitivinicolo e birrario, come “vetrina” regionale verso l’estero

13 giugno 2023 | 10:19
 

A Gabicce Mare, la “Porta Nord” delle Marche che affaccia sull’Adriatico, oltre al mare sono state protagonisti il vino e le birre della regione. Grande è stato il successo per kermesse Marche diWine che ha dato anche ufficialmente il via all’estate 2023 con il momento solenne in cui è stata issata, di nuovo, la Bandiera Blu a conferma della bellezza e della qualità delle sue spiagge. Ma non solo mare, come dicevamo protagonisti vino e birra e tanti importanti momenti di confronto dalle degustazioni ai banchi al simposio sull’enoturismo regionale. In mostra 80 aziende produttrici di vino e 10 birrifici. In particolare, due gli aspetti emersi da Marche diWine: il primo riguarda l’importanza dell’enoturismo per le Marche (regione per la maggior parte visitata per il mare e per il turismo religioso); il secondo mette il focus sulla necessità di internazionalizzare sempre di più il comparto vitivinicolo e birrario, come “vetrina” regionale verso l’estero.

Successo per Marche diWine che dà il turbo all’enoturismo in regione

Le Marche non sono solo mare ma anche regione perfetta per l'enoturismo

 A Marche diWine 80 aziende di vino e 10 birrifici regionali

Ma come dicevamo Marche diWine è stato anche l’occasione per il folto pubblico che ha animato il lungomare con vista sullo scenografico Monte San Bartolo (tratto che nei prossimi mesi sarà al centro di un importante intervento di riqualificazione) di degustare i vini delle 80 aziende vitivinicole presenti che fanno capo ai due principali consorzi marchigiani, l’Imt (Istituto Marchigiano di Tutela Vini) e il Consorzio di Tutela dei Vini Piceni, e dei 10 birrifici. Non sono mancati momenti dedicati al business, con i produttori marchigiani che hanno presentato i propri vini a buyer nazionali e internazionali, come in una sorta di speed date. Spazio anche a un interessante convegno sull’enoturismo del territorio nella location sul mare Mississippi, suggestivo ristorante con panoramica terrazza, in cui a margine si è tenuta una emozionante festa per la 30ª riconferma della Bandiera blu, oltre a una cena di gala al tramonto, culminata con lo “special” dello chef Davide Di Fabio del ristorante stellato “Dalla Gioconda” di Gabicce Monte, l’Adriatic roll, una portata celebrativa delle mazzancolle, crostaceo locale valorizzato in chiave fine dining.

Bindi

Marche, non solo mare ma anche enoturismo

Protagonisti tra il pubblico anche le istituzioni della regione come il governatore delle Marche, Francesco Acquaroli, il sindaco di Gabicce Mare, Domenico Pascuzzi, l’assessore regionale all’Agricoltura, Andrea Maria Antonini, il direttore dell’Atim - Agenzia per il turismo e per l'internazionalizzazione delle Marche, Marco Bruschini, dal presidente della Confcommercio Pesaro Urbino Angelo Serra, il presidente dell’Istituto Marchigiano di Tutela Vini Michele Bernetti e il direttore dello stesso Alberto Mazzoni. Oltre, ovviamente, alla giunta comunale di Gabicce Mare rappresentata dall’assessore al Demanio Roberto Reggiani e dai colleghi alla Cultura Rossana Biagioni, al Turismo Marila Girolomoni e alla Sicurezza Aroldo Tagliabracci. Personalità che, in diversi momenti della manifestazione, sono saliti sul palco chiamati a intervenire dalla conduttrice dell’evento Chiara Giannotti, frizzante volto di Vino TV, che ha dialogato con loro per raccontare il presente e il futuro del comparto enologico marchigiano, anche rispetto alle nuove sfide alle porte in tema di cambiamenti climatici e mantenimento delle tipicità dei vitigni.

«La regione Marche è qui con le sue eccellenze, frutto della preziosa biodiversità del nostro territorio – ha dichiarato Francesco Acquaroli - Aziende che hanno lavorato seriamente e che oggi conquistano riconoscimenti nazionali e internazionali. Un pensiero va alla vicina Emilia-Romagna e alle sue comunità colpite dai drammatici eventi alluvionali, vissuti anche da noi a settembre. A loro va tutta la nostra vicinanza e la nostra solidarietà, oltre alla disponibilità a collaborare Marche diWine è alla prima edizione, anzi consideriamola l’edizione zero. Ci sarà da fare di più ma il risultato di essere qui uniti, con le aziende a fare rete senza spirito di competizione, lo abbiamo ottenuto ed è la strada per vincere. Dalla prossima edizione faremo solo meglio. È da eventi come questi che nascono la consapevolezza e lo spirito giusto per affrontare le sfide della crescita insieme».

Successo per Marche diWine che dà il turbo all’enoturismo in regione

Obiettivo delle Marche di internazionalizzare sempre di più il comparto vitivinicolo e birrario

Gli ha fatto eco il sindaco di Gabicce Mare, Domenico Pascuzzi «Un evento divino, o meglio diWine. Ringrazio il presidente della Regione che lo ha voluto fortemente. Questa prima edizione è stato un successo, sia come afflusso che come copertura dei media, e ha permesso di far conoscere l’eccellenza della nostra produzione di vini e birre, concentratasi qui in un unico luogo. Sono orgoglioso di essere sindaco della Porta Nord delle Marche, l’ingresso per far scoprire questo comparto in tutto il territorio, fino all’estremo sud, ai turisti che scelgono la regione come destinazione di vacanza».

Marche, regione attrattiva per gli stranieri

Un’importante kermesse per sottolineare che le Marche non solo mare, ma hanno anche delle splendide colline ricche di cantine vitivinicole e birrifici che stanno crescendo, puntando sempre più alla qualità: l’enoturismo nell’entroterra, grazie anche a “Marche diWine”, diventa così l’ulteriore traino per far conoscere meglio la regione, che vuole diventare fortemente attrattiva pure fuori stagione.

«Siamo determinati a mettere in campo ogni azione favorevole ad aumentare l’arrivo degli stranieri e di un turismo di lusso - ha spiegato il direttore Marco Bruschini - Un obiettivo oggi più vicino grazie alla continua presenza dell’Atim alle più prestigiose fiere del turismo nel mondo, da Cannes a Las Vegas, e alla recente attivazione del volo Ancona Parigi, che apre le Marche alla Francia e viceversa». E che sarà più concreto quando in autunno verranno attivati i voli bi-giornalieri con Roma e Milano su Ancona.

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       


Notte Rossa
Delyce
Tipicità
Union Camere

Notte Rossa
Delyce
Tipicità

Union Camere
Giordana Talamona
Siggi