Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 18 giugno 2024  | aggiornato alle 02:11 | 105926 articoli pubblicati

Elle & Vire
Siad
Siad

Turismo enogastronomico, i prodotti tipici sono un volano per il territorio

Questo è emerso dagli Stati generali del turismo enogastronomico organizzati a settembre dalla Strada del Vino Valcalepio e dei Sapori della Bergamasca, dove hanno partecipato enti, associazioni e produttori orobici

 
18 settembre 2023 | 16:02

Turismo enogastronomico, i prodotti tipici sono un volano per il territorio

Questo è emerso dagli Stati generali del turismo enogastronomico organizzati a settembre dalla Strada del Vino Valcalepio e dei Sapori della Bergamasca, dove hanno partecipato enti, associazioni e produttori orobici

18 settembre 2023 | 16:02
 

I prodotti tipici rappresentano un volano per il nostro territorio, nonostante la carenza cronica di personale, in particolare nel settore della somministrazione. Questa la sintesi degli Stati generali del turismo enogastronomico organizzati a settembre dalla Strada del Vino Valcalepio e dei Sapori della Bergamasca. All’incontro hanno partecipato enti, associazioni e produttori orobici, che si sono ritrovati per fare il punto della situazione. I lavori, moderati da Giorgio Lazzari, giornalista specializzato in food, wine e turismo, sono stati aperti dal presidente della Strada, Enrico Rota.

Il convegno è entrato nel vivo con i saluti istituzionali portati dall’assessore regionale Alessandro Beduschi insieme ai consiglieri regionali Giovanni Malanchini e Davide Casati. Per la Camera di Commercio di Bergamo è intervenuta Raffaella Castagnini, mentre per comune e provincia il consigliere Roberto Amaddeo.

Turismo enogastronomico, i prodotti tipici sono un volano per il territorio

La foto istituzionale degli Stati generali del turismo enogastronomico nella Bergamasca

Il turismo a Bergamo vale il 15% del Pil della provincia

«Il settore turistico nella Bergamasca vale il 15% del Pil - ha ricordato Giovanni Sanga, presidente di Sacbo. Si tratta di una straordinaria occasione per il territorio che deve fare tutto il possibile per intercettare gli importanti volumi di traffico che transitano dall’aeroporto Il Caravaggio». Proprio l’infrastruttura aeroportuale è stata definita strategica per la crescita del comparto, che sta però soffrendo per la mancanza di risorse umane. «Il lavoro non manca, ma sono anni che ci ritroviamo in difficoltà nel reperire personale - conferma Robi Amaddeo. Consiglio ai giovani di impegnarsi nella ristorazione e nel turismo per ottenere grandi soddisfazioni personali e lavorative».

Sull’aspetto della formazione sono intervenuti Brizio Campanelli, dirigente dell’istituto Guido Galli - Vittorio Cerea Academy, insieme a Ivar Foglieni, patron del ristorante Ol Giopì e la Margì di Bergamo, che da molti anni è impegnato a reperire personale dall’estero per poter rispondere alle tante richieste di ragazzi sala e cucina. Durante la terza edizione degli Stati generali del turismo enogastronomico è stata ricordata anche la figura di Pino Capozzi, indimenticato professionista nel mondo della ristorazione bergamasca, che proprio ieri avrebbe compiuto 100 anni.

• Iscriviti alla newsletter su WhatsApp

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       


Sartori
Consorzio Barbera Asti
Rcr
Torrevento
Siad

Sartori
Consorzio Barbera Asti
Rcr

Torrevento
Elle & Vire
Molino Pivetti